Essie, my love


“Miss Fisher's gone on holiday again, sir.”

“Oh. Anyone dead yet?”

“Only one so far, sir.”

Una sera di settimana scorsa (era lunedì o martedì?), io e la mia amica Lucia abbiamo avuto uno di quei momenti di doppia epifania sincronizza e carpiata che credo accadano di rado, ma quando arrivano sono notevoli. Fulcro: Essie Davis.

Nell'arco di una manciata di minuti, io ho scoperto che la Davis era la protagonista di “Babadook” e Lucia ha scoperto che la Davis è la protagonista di “Miss Fisher's Murder Mysteries”. Ne è derivato coro di “Ommioddio, non l'hai ancora visto? Devi assolutamente vederlo!” reciproci, dove io mi flagellavo per non aver ancora recuperato un film che Lucia consigliava meeeeesi fa e che già mi sfiziava allora, e Lucia si flagellava per non aver approfondito la filmografia della Davis e/o essersi persa questo post di Davide da cui io per prima avevo scoperto l'esistenza del telefilm. Scene di fangirleggiamento d'alto livello.

Ma, binge watching alla mano, il fatto è che Miss Fisher's Murder Mysteries è una serie che, se ti piacciono i gialli e il dramma d'epoca, non puoi perderti. Non puoi. Continua a leggere

Sense8 per Lucia


Solo una veloce segnalazione: Lucia mi ha chiesto un guest post su Sense8, una delle serie più bellerrime di quest'ultimo anno (la più bella? Probabilmente sì!). C'è voluto un po', ma l'ho scritto. Lo trovate qui, sul suo blog.

E se Il giorno degli zombi non fosse ancora una delle vostre letture fisse, fate in modo che lo diventi, non ve ne pentirete!

 

Lotta alle stronzate in sei fasi


Considerate questo come un post a richiesta.
O forse no, non richiesto, ma necessario.

Domenica mattina nella coda di moderazione ho trovato questo commento:

…non e’ che sei un tantino omofobica? Sei troppo Italiana per seguire Lost Girl ! Pigliate Twilight e Statte zitta !

19 parole che mi provocano tanto fastidio, articolato in sei fasi.

Fase 1: il rifiuto. “Nello spam, per direttissima!”

Fase 2: la rabbia. “Ma come ti permetti di entrare nella mia casa virtuale, giudicarmi sulla base di un solo post e dirmi pure di starmene zitta? Cafonazza!”

Continua a leggere

Lost Girl


È il mio ultimo, piccolo tormentone. Tutta colpa del retweet di un articolo  che elencava 10 buone ragioni per seguire un telefilm. Telefilm da noi mai visto né sentito tranne che per canali telematici, ovviamente.

Lost Girl - CastUn telefilm canadese che narra le avventure di Bo, una donna che si scopre essere una succube in un mondo in cui, sorpresa!, esiste una branca evolutiva di creature che si chiamano Fae, hanno poteri sovrumani, si nascondono in mezzo agli umani e, salvo poche eccezioni, si nutrono di umani.
Se Bo si nutre di “sexual qi” (baciando la gente o facendoci sesso. E uccidendola anche, a inizio telefilm…), c’è chi mangia cadaveri, chi si nutre di rimorso, chi provoca alla gente continui incubi di cui cibarsi.
Ce n’è per tutti i gusti.

Continua a leggere