Elenco di grandi eventi dei giorni passati e presenti


1) fatto il PAP TEST. La gioia si è sprecata. Ora un mese e mezzo (dicono loro) di attesa della lettera col risultato.
2) il MPPDM è stato iniziato al meraviglioso mondo della Badiola, anche se l’iniziazione sarà completa solo quando il vero padrone del locale, il gatto Obi Wan, gli si svaccherà in braccio per dormire sonni gatteschi.
3) dopo aver tenuto ritmi di studio folli (140 pagine al giorno, robetta) l’esame non l’ho dato, se ne riparla il 6 luglio. Ma quantomeno la roba è poca e dovrebbe avere lasciato tracce da qualche parte tra i neuroni brasati (dovrebbe…)
4) la mia migliore amica ha compiuto gli anni: Auguri, Streghetta!!! E sembra addirittura che ad agosto ci si rivedrà!
5) ultima partita con il gruppo della domenica visto che poi Luca e Ennio-san partono per le vacanze (fortunati loro!) e se ne stanno via due settimane.
6) mi son tolta la curiosità e sono andata a guardare che cos’è, effettivamente, il G-POD. Inquietante! Ne sono nate speculazioni iperboliche tipo “Ma che cosa succede se lo attivi mentre ascolti una band di death metal finlandese?” Non abbiamo risposte, il che, tutto sommato, è un bene!
7) mamma è tornata dal Cicloraduno Nazionale della FIAB a Rimini, felice come una bambina. Anche io sono felice, ma solo perché così Lord Pucci scassa un po’ meno i tenerini!
8) il MPPDM sembra aver trovato i sottotitoli per The Gamers 2: Dorkness Rising. Waffle!
9) dopo aver studiato alla CDC (cazzo di cane, per i non addetti) per un totale di… credo 7 giorni, martedì ho dato un altro esame il cui sobrio programma era composto da 6 libri + pezzi sparsi per aggiuntive 189 pagine. Ho preso un 25 che, per quel che ho studiato, è più che rispettabile, anche se mi rovina il libretto. La prof era quasi dispiaciuta del voto che doveva darmi. Da parte mia (come colpa, ovviamente!) c’è che ho studiato assolutamente alla CDC tanto che un libro l’ho saltato a piè pari nella sua inutilità e di un altro ho letto solo la premessa; per mio culo era la parte più interessante del libro, a detta della prof stessa, che non sembrava dispiaciuta del fatto che, su 400 pagine, io le parlassi solo delle prime 35… Però nessuno l’ha obbligata a farmi domande del cazzo tipo chiedermi che musei ho visitato (era in programma, ok, ma non c’era scritto quali, e io sono l’unica sfigata a cui l’ha chiesto!) o, perla delle perle: “Che museo ha aperto in questi giorni?” Devo aver sgranato particolarmente gli occhi perché mi ha chiesto se non ne ho letto sui giornali. La risposta doveva essere abbastanza ovvia, visti gli occhi sgranati! Per la cronaca era il museo dell’Acropoli di Atene. Diciamo che io ho dato del mio lavorando male, lei ha contribuito con la simpatia delle domande. Ma quel che conta è che gli esami rimasti ora sono “solo” otto.
10) piccolo premio produzione auto-concesso: The System Has Failed dei Megadeth. Shadow of Death è tamarra e spettacolosa come ricordavo: Dave Mustaine che recita il Salmo 23 con in sottofondo una bella chitarra metal fa sempre bene all’umore!
11) ieri sera ho fatto overkill su uno sciame di topi: da come l’aveva descritto il master, sembrava una cosa dagli infiniti punti ferita, anche se dalla bassa classe armatura. Diciamo che i 102 danni da acido che gli ho fatto sono stati sprecati al 90% o poco meno. Sigh, un Channeled Pyroburst sprecato per un caccoloso sciame!
12) oggi pranzo con i Childrem of Bodom in sottofondo: interessante esperienza!
13) dicono che il 13 porti sfiga, vediamo se è vero: stasera io e Higgins andiamo al cinema. A vedere cosa ancora non è deciso, sceglieremo sul posto tra Coraline e Una notte da leoni: proprio lo stesso genere di film, vero? 😉
 
Perla di saggezza:
“He who stumbles around in darkness with a stick is blind. But he who… sticks out in darkness… is… fluorescent!”
Colui che cammina goffamente nell’oscurità con un bastone è cieco. Ma colui che… proietta luce al buio… è… fluorescente! ß goffa traduzione mia.

Posta di oggi


La buca delle lettere oggi mi ha concesso, nell’ordine:
          Una lettera dell’università contenente, finalmente, il bollettino per pagare la seconda rata delle tasse, temevo di finire a pagarle con mora per il ritardo.
          Un volantino elettorale in cui un tizio con faccia da imbecille mi racconta la sua vita (che me ne frega del fatto che lui è nella dirigenza della squadra di calcio dei pulcini? Che me ne fotte del fatto che ogni domenica posso vederlo al campo da calcio “dove faccio il guardalinee!!” ?). I suoi programmi elettorali non li ho neanche guardati: con una faccia così, con delle scelte così riguardo a cosa scrivere di sé stesso, tu non sei il candidato che fa per me!
          Una lettera dell’ASL che mi comunicava che mi aveva prenotato un Pap-test gratuito nell’ambito della campagna regionale di prevenzione del tumore al collo dell’utero. Grazie, molto gentili. Lo avrei dovuto fare un mese dopo la data da Voi prenotatami, ma apprezzo il gesto, visto che non potevate saperlo. Quel che mi ruga è il volantino informativo in cui Vi dilettate a raccontarmi cosa è il Pap-test e come funziona. Per i maschietti all’ascolto: prima ti infilano un divaricatore di metallo gelato nelle parti intime, poi le allargano (cosa che, così su due piedi, generalmente proprio piacevole non è!), “evidenziano” il collo dell’utero, poi ci passano sopra “una piccola spatola di legno e/o uno spazzolino“ (altra cosa che, così su due piedi, proprio piacevole non è!) per raccogliere alcune cellule della mucosa, che verranno osservate al microscopio. Grazie della spiegazione. Ma chi è la personcina piena di tatto e buonsenso che l’ha scritto, questo bellissimo volantino informativo? Perché le info ci sono tutte, non so come ringraziarVi; ma sentirmi dire in grassetto che il test “in genere non provoca dolore” mi fa incazzare come un balor a cui abbiano schiacciato i tenerini! È bello sentire che, secondo Voi, generalmente non fa male, ma sinceramente le Vostre generalizzazioni del cazzo mi fanno solo incazzare, non mi rincuorano, e per quel che me ne frega potreste infilarVele su per il… naso! E poi il capolavoro: “in alcuni casi può accadere che il risultato del Pap-test faccia sospettare una anormalità pretumorale o tumorale, la cui presenza viene successivamente esclusa da ulteriori accertamenti. Questa situazione potrà creare ansia alla donna chiamata”. Ma no, non l’avrei mai detto che sentirsi dire “Signorina forse lei ha un tumore all’utero” può provocare ansia! Ma è una scoperta mi-ra-bo-lan-te! Chi è il testa di cazzo che devo ringraziare per questa perla di saggezza e introspezione psicologica!?

Avvenimenti vari


Avvenimenti dei giorni passati:
          Il tetto della nonna è a posto grazie al ragazzo di mia cugina che l’ha sistemato (nonna soddisfatta) ma ha anche involontariamente rotto lo scopettone delle ragnatele della nonna (nonna incazzata).
          Abbiamo appurato che la mente di Higgins è quella di un coboldo: non c’è altra spiegazione!
          Abbiamo appurato che Berlusconi non è un nano, è uno gnomo: non c’è altra spiegazione!
          Abbiamo incontrato Pazuzu. Scena: “Salve, signor testa di cane, come va?” “Mah, tutti spaventati, nessuno che esce di casa per fare affari con me… Siete interessati?” “Beh, ce l’hai un ring of wizardry di 4°?” “Una firmetta?” “No.” “Beh, allora rivolgiti qui” (e allunga foglietto) “Mmmm… Pazuzu Pazuzu Pazuzu?” “Stavate parlando di me?”
          Ho provato un bardo e ci ho fin guadagnato una moneta d’oro! Incredibile!
          Abbiamo fatto la grigliata di pasquetta e per una volta tutto è andato bene! Eravamo al chiuso (e quindi c’era il sole…), con la griglia elettrica e tanta calma per mangiare e chiacchierare senza marmocchi urlanti e adulti dementi a scassare i tenerini.
          Il cioccolato si è quasi sprecato!
          Mia nonna ha scoperto che l’Ikea fa belle cose a un buon prezzo: una piccola rivelazione personale!
          Il pc di Higgins si è finto morto ma è stato smascherato e costretto a tornare a lavorare come prima.
          Il MPPDM, per ripicca, mi ha portato le foto che si è fatto a un concerto, in cui lui e amico abbracciano i vari membri degli In Flames. Invidia quadrupla!!!
          L’ho detto che Higgins ha la mente di un coboldo? No, perché questa è la vera notizia! La definizione finale ed aggiornata di Higgins è: “uno schifoso power-player con la mente da coboldo, travestito da amante dei grossi erbivori”

Storiella


Una volta ho sentito una storia.
Durante un’alluvione, un uomo si rifugia sul tetto della sua casa e prega Dio di salvarlo. Dio gli risponde che lo salverà, di attendere fiducioso il suo intervento. L’uomo aspetta il miracolo e nel frattempo rifiuta l’aiuto di polizia, protezione civile e elicottero dei pompieri, dicendo a ognuno che lo salverà Dio, grazie ma il loro aiuto non serve. L’acqua sale, la paura anche, e l’uomo chiama ancora Dio:
“Hai detto che mi avresti salvato e io ho aspettato: perché non mi hai ancora salvato?”
E Dio risponde:
“Io ho cercato di salvarti tre volte, ma tu tre volte hai rifiutato il mio aiuto.”
 
So che nella realtà la pattuglia della polizia avrebbe preso l’uomo e l’avrebbe caricato a forza sull’auto. Però in questi giorni la storia mi è tornata in mente mentre sentivo che il Papa per l’ennesima volta diceva che il preservativo non serve per combattere l’AIDS.

Il buon Josef forse non se ne rende conto, ma la sua affermazione va molto vicino al rifiutare tre volte un salvataggio “mortale” per aspettare un miracolo. Perché limitarsi a pregare sperando nella miracolosa risoluzione di una malattia flagello del mondo, quando si può cominciare con un molto umano ritrovato della scienza e della tecnica? A volte ho l’impressione che le questioni di principio riescano veramente a uccidere il buon senso.