Sweet Dreams di carta


Signori e signore, come da titolo del post, è un piacere poter finalmente annunciare che

Sweet Dreams è ora disponibile anche in cartaceo!

Quindi, se fino ad ora l’avete desiderato in un formato diverso dall’ebook, siete stati accontentati. Lo potete acquistare su amazon, che ve lo stamperà e recapiterà a casa come un qualsiasi altro libro.

È stato un processo lungo, concluso da un’attesa di un mese e mezzo per l’arrivo nelle mie sante manine della copia di prova. Ma finalmente ce l’abbiamo fatta.
Esiste.
Sembra venuto con tutti i crismi.
Il Pampe l’approva.
Cosa posso volere di più dell’approvazione di un gatto?

Quindi, ricapitolando: è stato un processo duro ma soddisfacente, il cartaceo lo trovate qui, l’ebook (che costa un botto meno) lo trovate qui, il seguito, “Water Dreams”, sta prendendosi le ultime mazzate sul grugno prima di passare in mano all’editor.
Ce la possiamo fare!

Annunci

La serie e il worldbuilding


Writer-Series2L’altro giorno mi è capitato sotto il naso un vecchio post di Rachel Aaron, l’autrice (tra le altre cose) dell’utilissimo 2K to 10K. Il post in questione è il primo di una serie di tre, e l’argomento è, beh, come pianificare una serie di romanzi senza uscire di testa. La Aaron parte dalla parte più apparentemente meccanica nel primo post, per poi parlare di come gestire il metaplot (ovvero la serie di eventi totale e tombale) nel secondo, e di come mantenere la coerenza interna nel terzo.

Già i primi due post sono molto utili e sensati, ma il terzo in particolare è quello che più mi ha fatto fare sì-sì-sì con la testa, per varie ragioni. Continua a leggere

Sweet Dreams – un po’ di hype


12637092_501538213361335_2106146176_oHo scritto settimana scorsa che Sweet Dreams è in dirittura d’arrivo, e quindi direi che è il caso di dirvi anche qualcosa al riguardo, no? Qualche dato nudo e crudo misto a qualche informazione un po’ meno grezza e più di pancia, per provare a stuzzicarvi l’appetito in attesa dell’uscita. Che ne dite?

Vediamo un po’…

Sweet Dreams è un urban fantasy ambientato, come indica la copertina (opera di Sua Maestà Luca “Cyberluke” Morandi), in quel di Milano.
È la Milano dell’autunno 2015, e al contempo non lo è, perché creature mitologiche e mostruose si aggirano per le sue vie. Quindi ci sono Expo e la magia, i turisti e i fantasmi, l’ATM e i black dogs, ristoranti tipici e negozi di magia.

Secondo la mia amica Lucia, Sweet Dreams è anche un horror vero e proprio; e se lo dice Lucia, che di horror ne sa a pacchi, io ci credo, e pure voi dovete crederci u_u

Continua a leggere

Grandi notizie


Writer-Series2Lo dico?
Lo dico.

La notizia ai backers è stata data il 20 ma io l’ho letta solo ora, e quindi ora che ho questa forma di ufficialità alle spalle, la condivido con il resto del mondo: c’è un elenco di racconti che farà parte di un’antologia pubblicata dalle menti che stanno dietro a Mad Scientists Journal.
L’antologia si intitola Fitting In: Tales of Supernatural Outsiders, ed è stata finanziata con un kickstarter.
L’elenco di racconti fa così: Continua a leggere

Lo stato dei lavori – 21 ottobre 2015


Writer-Series2Piccolo aggiornamento su come vanno le cose, dopo l’ultimo di più di un mese fa.

Per farla breve: ho scritto pochissimo.
Ma davvero davvero pochissimo.
6770 parole esatte.

L’unico “ma” che mi concedo è che mille di queste parole formano il racconto flash fiction intitolato “The Tenth Twin“,  che ho scritto per il concorso Quantum Shorts indetto da Scientific American, Nationa University of Singapore, Tor Books e Centre for Quantum Technologies.
Mille parole a tema quantico.
In inglese.
È stata un’esperienza divertente, ora vediamo come va (e se vi va di leggerlo e dargli il voto che credete si meriti, io mica m’arrabbio, no?) Continua a leggere