Un anno di KDP


La mail mi è arrivata un paio di giorni fa: Amazon ci teneva a informarmi su alcune faccende del loro sistema di pagamenti, e lo faceva nel giorno in cui “festeggiavo” un anno di KDP, ovvero di Kindle Direct Publishing, ovvero di mercimonio (?) della mia scrittura.
Un anno.
Sembra ieri, e invece…

Invece è passato un anno, quindi facciamo un piccolo bilancio, vi va? Continua a leggere

I can totally handle it


mani tastiera

Il blog langue, in quest’ultimo periodo. Le ragioni abbondano, su tutte il fatto che sto pensando a come sistemare il Paciugo e al contempo scrivendo una storia che mi piacerebbe pubblicare per Halloween.
E tra una fase scrittura, un pezzo di editing e un porcone volante indirizzato a quanto fa schifo questa o quella frase, rimugino sui piani futuri.

Giovedì sera, al termine di una “serata tra donne” a base di pollo alla birra, telefilm “bourgeois” e chiacchiere in relax, la mia collega di chiacchiere m’ha chiesto se so già cosa scriverò dopo il Paciugo.
La risposta è stata una risata, seguita da un “non ne ho la più pallida idea, anche se ho qualche storia su cui sto riflettendo”, qualcosa del genere.

Il fatto è che sto rimuginando davvero su tante cose.

Continua a leggere