Ebook – Firepower


Titolo: Firepower
Lunghezza: 19.000 parole circa, pari a 94 pagine a stampa stimate
Genere: Due Minuti a Mezzanotte, quindi supereroi. E azione, un bel po’ d’azione
Prezzo: in vendita su amazon per 0,99€
Link allo store: questo qui
Copertina: Giordano Efrodini
Impaginazione: la sottoscritta
Editing e beta-lettura: il signor Hell, Angelo Benuzzi e Cristiano Pugno
Trama: Una missione impossibile: due Super-umani senza nulla da perdere, che devono essere fermati. Una squadra improbabile: una telepate, una straniera ostile e uno scienziato con degli strani tracciati mentali. “Sarà facile come spingere una segretaria illibata a comprare un test di gravidanza”.

 

Mentre scrivo questo post, io e Amazon ancora stiamo litigando per far sì che la copertina compaia nell’anteprima sul sito (nel file già c’è) e per settare il prezzo che voglio io, non un altro. Sembra che il nostro sia, per forza di cose, un rapporto conflittuale, il che non stona molto rispetto all’anima di questo primo ebook post-nascita della Factory: una storia di superumani in lotta.

Lo scenario globale è quello di Due Minuti a Mezzanotte, ma nulla, nelle quasi 19.000 parole di questa storia, vi obbliga a conoscere per filo e per segno l’ambientazione: ho cercato di far sì che chiunque potesse leggerla senza problemi, e di mantenere il ritmo il più alto possibile.

Firepower nasce come parte di un progetto più ampio da cui è divetato sempre più chiaro di giorno in giorno che fosse necessario staccarlo. È diventato evidente che aveva bisogno di autonomia, di spazio proprio per funzionare a dovere senza intralciare né essere intealciato. Gli ho dato lo spazio che chiedeva, e quindi eccoci qui.

Scrivere dei personaggi di questa storia è stato divertente e una sfida, e non solo perché ho avuto la rischiosa idea di prendere in prestito il personaggio creato da un amico: ci sono caratteri molto diversi, sguardi sul mondo e sulla vita anche opposti. Ma è il bello dello scrivere, lo sforzo insito nel provare a dar voce a personalità ogni volta un po’ diverse.

In questo ebook troverete, se vi andrà di comprarlo e leggerlo, i summenzionati supereroi, scontri a fuoco, esplosioni, stranezze, qualche richiamo e rimando ad altre storie dell’universo di Due Minuti a Mezzanotte, una certa dose di parolacce (sorry) e abbondante musica.

Spero che vi divertirete anche solo una frazione di quanto mi sono divertita io nello scriverlo!

Quindi, mano all’account amazon, e buona lettura!

(grazie ai prodi colleghi di Moon Base Factory che hanno collaborato alla nascita di questa storia, e a chiunque vorrà comprare Firepower e conoscere Vesta…)

Hanno parlato di Firepower:
Recensione e segnalazione di Alessandro Girola.
Segnalazione sul sito ufficiale di Due Minuti a Mezzanotte.
Recensione-segnalazione su Thriller Magazine.

Stiamo lavorando per voi


Eh già. C’è un ebook in dirittura d’arrivo.
È stata una lavorazione lunga e perigliosa, costellata di letture, riletture, porconi, file svalvolati in Courier New (The Horror! The Horror!), e ancora deve superare il penultimo scoglio: la sinossi.

Che uno magari la sottovaluta, la sinossi. Che vuoi che sia scrivere un riassuntino del libro. Dopotutto hai scritto tu il libro, lo sai te di cosa parla, no? Lo sai nei minimi dettagli, quindi, che ci vuole?
Eh, fosse facile come sembra.
I problemi dello scrivere la sinossi sono vari: deve essere accattivante; deve presentare il libro, ma non sputtanare già tutta la trama o tutti i colpi di scena più fighi; deve dare all’ipotetico lettore la sensazione che quel che c’è dentro all’ebook sarà di suo gusto. Deve essere concisa a sufficienza da non fare addormentare l’acquirente, ma nemmeno troppo concisa.
Mica facile.

E infatti nelle case editrici c’è spesso qualcuno il cui lavoro è scrivere le sinossi e le quarte di copertina perché è bravo a farlo. *

Io, nel mio piccolo, sono un cane a farlo.
Di qui il mio scorno.

Ma supererò anche questo scoglio, e rimarrà solo da schiacciare il tasto “Pubblica” nell’interfaccia di KDP.
Nel frattempo, sappiate che Vesta sta arrivando.
E se volete approfittare di questi giorni per recuperare la prima avventura di Ollie, A Song to Say Goodbye, giusto per partire “avvantaggiati” quando uscirà questo nuovo ebook, chi sono io per dirvi di non farlo? 😀

Grazie, applicazione per gli stendardi di GoT!

Grazie, applicazione per gli stendardi di GoT!

________________________________
* Sì, ci sono anche case editrici che evidentemente le sinossi e/o quarte di copertina le fanno scrivere a nani di fosso sotto acidi, e quando le leggi non riesci a farti nessuna idea sul libro (magari manco si capisce se sia un romanzo, un memoire, un saggio, parole in libertà). Come lettore, son belle cose che ti fanno comprare di sicuro un libro.

Enhanced by Zemanta