Ebook – Whalton N° 5


Whalton N° 5Titolo: Whalton N° 5
Lunghezza: 27.000 parole e spicci, più altre 1800 di chiacchiere varie; il tutto pari, dice Amazon, a 126 pagine a stampa stimate
Genere: Due Minuti a Mezzanotte, quindi supereroi
Prezzo: in vendita su amazon per 1.45€
Link allo store: questo qui
Copertina: Giordano Efrodini
Impaginazione: la sottoscritta
Editing e beta-lettura: il signor Hell
Trama: In un mondo in cui i supereroi e supercriminali nati da un misterioso esperimento scientifico riempiono le cronache, nomi altisonanti e tutine colorate sono all’ordine del giorno.
Ma non per la signorina Eleanore Whalton, revisore contabile.
È solo lunedì mattina e, tra misteriose corporazioni e diabolici intrighi, la signorina Whalton comincia a pensare che forse sarebbe il caso di abbandonare la contabilità per un settore meno pericoloso.
Ma è solo lunedì.
Le cose non potranno che peggiorare. Continua a leggere

Annunci

Pensieri sparsi perché sì


Giornata strana, quella di oggi.
Ore e ore e ore e ore di attesa, spese leggendo un manuale di scrittura, scribacchiando su un quaderno, cercando di aiutare il Generale con strane definizioni delle parole crociate (tipo la definizione “Jim noto” che voleva “anguilla elettrica” e non fatemi domande! O_O), attendendo che qualcuno si facesse vivo, attendendo che mi ridessero il Generale, attendendo che il chirurgo venisse a dirci come era andato l’intervento del Generale. Continua a leggere

Un gioco da ragazzi – ebook gratuito


copertina Un gioco da ragazziUn gioco da ragazzi
Spin off autoconclusivo legato allo scenario di Due minuti a mezzanotte
Copertina a cura di Giordano Efrodini
Formato ePub e pdf mobi
Link per il download diretto (versione ePub)
Link per il download diretto (versione pdf)
Dal 27 marzo 2015, potete trovarlo come parte della raccolta Whalton N°5, in vendita qui.

Trama:
Eleanore Whalton, senior accountant, ha deciso che il suo nuovo posto di lavoro le sta molto stretto e che è il caso di far perdere le proprie tracce e ricominciare altrove. E visto chi ha di fronte, non sarà “un gioco da ragazzi”, nemmeno se ad affiancarla c’è gente fuori dal comune.

Eccoci qua. Eleanore torna in azione.
La genesi di questo racconto è stata lunga e travagliata. Voi non volete sapere quanto, non davvero 😀
E non sto parlando solo di quanto ho litigato con i vari Word, Sigil e LibreOffice per impaginare tutto (al solito, se ci fossero problemi fatemelo sapere, cercherò di porvi rimedio!). Parlo proprio di tornare ad avere a che fare con la vecchia, cara Eleanore, con tutto il circo di gentaglia con cui ha a che fare, e soprattutto di evitare di dare a tutta la narrazione il tono sbagliato, come si diceva un po’ di tempo fa.

Continua a leggere

Il tono giusto


Siamo qui, io e il racconto, che da giorni ci guardiamo in cagnesco. Il punto è che so cosa deve suonare diverso da com’è ora, ma non come ottenere il risultato. Alla faccia di chi dice che scrivere è facile…
La lotta per non suonare ridicoli quando si vuole essere seri è dura dura in modo assurdo (semi-cit.). Sì, il problema è proprio quello: il mio beta-reader legge e mi dice che c’è questa sensazione parodistica che non era nelle mie intenzioni. E che tuttora non è nelle mie intenzioni, perché profondamente sbagliata per quello che voglio scrivere. Quindi devo sistemare.
Solo che è uno di quei momenti in cui le parole mi sfuggono e, per non farsi mancare nulla, le modifiche da fare alle scene ancora non mi sono chiare in mente. Ergo, è una lotta perfino peggiore.
Mi ritrovo a ritoccare ancora e ancora la prima parte, senza mettere mano, non davvero, alla seconda, quella incriminata.

E così, mentre io cerco di risolvere le cose e ascolto questa canzone (che non c’entra una fava con la storia, ma mi piace), in sottofondo ho Eleanore e Vassilij che discutono di quanto io mi lasci impantanare dalle mie stesse storie, Sinclair che non vede l’ora di svuotare il caricatore, e Mr. Frappuccino che flirta con la ragazza con la mazza da baseball.
Ci sarà da divertirsi, se non mi menano esasperati dalla mia lentezza… ^_^’

To Write List: settembre


Proviamoci. Magari, a metterla lì, nero su bianco e espormi al pubblico ludibrio, qualcosa succede. Quindi, ladies and gentlemen, la mia prima To Write List, anche detta “L’elenco delle millemila cose che vorrei provare a scrivere nei prossimi giorni e che se tutto va bene adempirò a metà sentendomi una gran merdaccia”.

1) Sistemare il raccontino di 2MM in inglese nato durante le vacanze, e tradurlo in italiano. C’è anche un sacco dei ceci pronto per invogliarmi a lavorarci! ^_^’

2) Aggiustare la terza spericolata avventura di Miss Eleanore Whalton. Ho giusto qui tanta colla vinilica, chiodi e martello, qualche appunto e un elettropungolo che mi minaccia.

2 bis) Trovare un titolo per la terza spericolata avventura di Miss Eleanore Whalton, visto che “la terza spericolata avventura di Miss Eleanore Whalton” non è esattamente il titolo più facile, adatto e memorabile disponibile nell’universo… ^_^’

3) Finire di mettere a posto Fight Fire With Fire. Tre, dicesi tre!, pareri disinteressati e tengo il racconto lì a far la muffa. Non si fa. u_u

4) Decidere cosa fare del secondo raccontino nato durante le vacanze. “Mi pare un introduzione a qualcosa di più corposo”, ha detto lo sparring partner. Sarà il caso di prendere qualche decisione a riguardo.

5) Meditare sul racconto per Hydropunk. Per ora c’è solo un’accenno di idea nebulosa, ma chissà…

Ok, posto tutto ciò, vado a scrivere. Ho il programma di scrittura aperto, gli M83 che suonano, il cervello vuoto, la Musa che al solito è ai Caraibi, e una dozzina di personaggi che mi attendono per menarmi. See you soon, hopefully! ^_^’