L’idiozia di papà Kent


L'ho più o meno promesso, quindi è ora di scriverlo: un bel post di cui non fregherà a nessuno su Man of Steel, che ormai hanno già visto cani e porci, e chi non l'ha ancora visto è perché non gli interessa o perché il mondo gli congiura contro (abbi fede, Giordano! Un giorno lo metteranno in programmazione!).

Seguiranno spoiler, come se piovesse. Quindi, o voi che ancora non l'avete visto, Man of Steel, e volete vederlo senza sapere già cosa-come-quando-perché, smettete di leggere. Ora. Subito. Stop.

Se state ancora leggendo, cazzi vostri, v'avevo avvertiti.

Continua a leggere

Ho visto Dracula Treddì…


… e forse forse era meglio farne a meno.

Ne hanno già parlato in tanti, in Italia e non. Molti ne hanno parlato male, qualcuno ne ha parlato bene.
Adesso sento il bisogno di farlo anche io, perché su certe cose no, davvero non si può tacere, e perché se dovessi riassumere il film in una sola parola, credo sarei tentata di scegliere “pezzente”, ma anche “etuquestolochiamifilm?” se la cava bene.

La sensazione che ho avuto guardando l’intero film è che sia una sconclusionata baracconata pezzente messa insieme alla cazzo di cane.

Roba che già solo coi titoli di testa stai piegato in due dal ridere, perché sembrano veramente frutto di un folle in fissa con Power Point.
Roba che per metà del tempo pensi di avere di fronte un porno anni ’80 abortito e pensi “Tette!” ogni due per tre.
Roba che i bambini di un paesino ottocentesco vedono dei cavalli e gridano, estasiati: “Guarda, dei cavalli! Andiamoli a guardarli!”
Roba che il casting fa ridere i polli, protagonisti in primis, e che la recitazione è inesistente.
Roba che la mantide gigante appare all’inizio come ombra su un muro e sembra tanto un’animazione a passo uno dei bei tempi andati, ma poi è solo un mostro in CG fatto col culo.
Roba che manco hanno trovato un povero pirla da pagare per sbuffare del fumo a comando con una macchina del fumo a fianco a un treno di cartapesta, e allora c’hanno messo il fumo in CG sul treno in cartapesta contro sfondo di montagne in CG e triste duo di cavalli che si guardano intorno e sembrano implorare “Fa’ che mamma non mi veda, o mi disereda!”.

Dracula 3D - il treno Continua a leggere