Tre anni di Jimmy e Laura


Tre anni fa, giorno più giorno meno, usciva “Jimmy loves Laura“, ovvero un “cofanetto” di quattro racconti ambientati nel mondo di Due Minuti a Mezzanotte che uniscono supereroi, azione, mistero e amore.
Sono decisamente affezionata a questa raccolta e ai suoi personaggi e quindi ho deciso che, per festeggiare l’evento e anche “perché sì!”, questo weekend l’ebook sarà in promozione gratuita.

La sinossi faceva (e fa) così:

Una donna morta veglia sulla propria famiglia.
Una tranquilla cena fuori degenera in violenza.
Una rapina andata male e una corsa in ospedale.
Un uomo che non sa decidersi a fare la propria mossa.
Quattro racconti, quattro squarci sull’America anni ’70 dell’universo di Due Minuti a Mezzanotte.
“Essere un fantasma era meglio che essere chiuso in una stanza con le pareti di piombo per non uccidere chiunque nei dintorni con la propria radioattività. Molto meglio che vivere con dell’azoto liquido sempre a portata di mano, per non rischiare di bruciare casa, marito e figli. Assolutamente meglio che sentire i pensieri di tutti, come quel telepate pelato con gli occhi tristi.
Hurrà per i fantasmi, hurrà per me.”

E mi piace ancora, devo dire, questa sinossi.

Quindi… quarantotto ore mal contate di ebook gratis.
Spannometricamente, avrete tempo dalle 8 mattina di sabato 11 novembre alle 8 di mattina di lunedì 13 novembre (perché col fuso orario, signora mia, è sempre un delirio!) per mettere le mani su “Jimmy loves Laura” senza sganciare un centesimo. Basterà cliccare qui da domattina e affidarsi agli gnomi di Besoz.

Ricapitolando:
– 48 ore
– 110 pagine circa
– 0 euri
– 4 racconti
– 1 solo link

Buona lettura, saluti da Laura, e… hurrà per i fantasmi!

Laura disegnata da Kara Lafayette (a.k.a. Silvia Pilly Von Bussen)

Annunci

R.I.P. Ubuntu One


 

 

English: The Ubuntu One logo. Español: El logo...

English: The Ubuntu One logo. (Photo credit: Wikipedia)

Era previsto da mesi e alla fine è accaduto: Ubuntu One, il sistema di cloud che io e altri abbiamo fino ad ora usato per mettere a disposizione ebook gratuiti, ha tirato le cuoia.
Server spenti, nuvola dispersa, giga e giga di file svaniti, come lacrime nella pioggia.

 

 

Che cosa vuol dire, tutto ciò?
Se non fosse palese, la morte programmata di Ubuntu One significa che d’ora in poi i link per gli ebook gratuiti presenti sul mio blog non funzioneranno più.

Non avete scaricato Epidemic Egonomic? Peggio per voi.
Non avete acchiappato al volo le tre avventure di Eleanore Whalton e colleghi? Peccato.

Ma… (sì, c’è un ma)

Non ho intenzione di tenere quegli ebook, ben quattro, a fare polvere virtuale nell’hard disk.
Anche perché…

Copertina Epidemic EgonomicDal 28 febbraio 2012 al 31 luglio 2014 Epidemi Egonomic è stato scaricato 1229 volte. Milleduecentoventinove. Cosa mi hanno portato, questi 1229 download? Una ventina di feedback.
That Bloody Smell è uscito a maggio 2012 e ha intascato 137 download (di cui 51 per il pdf). Cosa mi hanno portato, questi 137 download? Una decina-quindicina di feedback, circa.
One Second: 111 download (di cui 41 per il pdf), stesso numero spannometrico di feedback.
Un gioco da ragazzi: 138 download (di cui 48 solo per il pdf), una decina di feedback.

Ora, questione affezionati del pdf a parte… Non saranno numeri da capogiro, ma sono numeri che fanno piacere. Il numero dei feedback è patetico, ma è il problema con i download compulsivi: scarichi, metti nell’hard-disk/sul reader, e te ne dimentichi. (cosa che accade più di rado con gli ebook comprati, per quanto a prezzo ridotto, ma non divaghiamo, Marina…)

Tutto questo per dire che nei prossimi tempi lo scopo, oltre a finire di scrivere delle cose, è ri-formattare quelli, tra questi quattro ebook, che ne hanno bisogno e poi far uscire tutto a pagamento.

Sì. A pagamento.
Sono una viscida capitalista.
Che sulle varie migliaia di parole che ha scritto negli anni ci vuole guadagnare, magari pagarcisi anche qualcosa di più di una pizza a fine anno.
So sue me.

smashwords-logo-300x237Ri-formattare, mettere in vendita e allargare i canali.
Provare a avventurarmi nel territorio inesplorato (?) di Smashwords.

Diversificare, come consigliano anche quelli bravi.

Vedremo come va.

Nel frattempo, riposa in pace, Ubuntu One.

 

 

 

Fatemi un regalo!


Copertina A Song to Say GoodbyeSì, lo so, suona male. Ma fidatevi. Non vi chiedo di spendere decine di euro. Non vi chiedo di impelagarvi al 23 con un altro acquisto e la bolgia infernale dei negozi e della gente assatanata per l’ultimo poggiapentole in peltro a forma di gufo delle Ande.
Vi chiedo, se vi va, di fare un paio di cose (anche se magari una o due le avete già fatte per i cavoli vostri).

La prima: se non l’avete ancora acquistato, approfittate della promozione natalizia e scaricatevi a ufo A Song to Say Goodbye.
Sarà gratis fino alle nove della mattina di Natale (più latenza), visto che la promozione è cominciata stamattina mentre io ronfavo il sonno del giorno libero (hurrà!).
L’avete già comprato? Splendido!
L’avete già scaricato gratuitamente durante una passata promozione? Eccellente!

Ora, la seconda cosa che vi chiedo, in tutta la mia faccia tosta: leggetelo.
Pretty please.
Non abbandonatelo sul Cloud, e nemmeno scaricatelo e lasciatelo lì a far la polvere nell’hard disk. Leggetelo.
E’ una storia di supereroi senza calzamaglia. E’ ambientato ad Halloween, ma chissene se siamo sotto Natale, no?
L’avete già letta? Benissimo!

Allora fatemi il vero regalo di Natale: un feedback.

Sì, lo so, è brutto andare a elemosinare i feedback alla gente, e mi sento molto un’incrocio tra un venditore porta a porta e un’accattona, ma ve lo chiedo lo stesso: vi va di scrivere una recensione sul sito?
V’è piaciuto? Ditelo, qualcuno potrà venire invogliato a comprarlo.
Non era male però… mah… come dire…? Ok, ditelo. Magari quello che a voi fa fare “meh” ad altri fa fare “yohoo!”. Nella vita non si sa mai.
L’ebook v’ha fatto cagare? Ok, ditelo. Piangerò calde lacrime in privato, ma almeno si vedrà che qualcuno, là fuori, l’ha comprato e letto (e questa roba qui è una delle tante anime del commercio online, ma è un’altra storia).

Quindi, per ricapitolare: comprare aggratisse, scaricare, leggere, scrivere parere, fare felice una ragazza.
Tutto qui, fine dell’elemosina e del terribile regalo di Natale che vi chiedo.
E grazie, se vorrete contribuire.

Promozione – Vento di Cambiamento


copertina ventoNatale si avvicina, gli impegni non demordono (anzi, se possibile aumentano).
Ma chissene.
Entriamo in spirito nata-coso, o qualcosa del genere: da domani, mercoledì 18 dicembre, alle ore 9 del mattino (salvo eventuale latenza), fino alle nove del mattino di venerdì 20 dicembre (più eventuale latenza), Vento di Cambiamento è in promozione.
48 ore aggratisse.

Lo trovate qui, sullo store di Amazon.
Per leggerlo avrete bisogno di un kindle oppure di apposita applicazione gratuita che si scarica su dispositivi Android, iOS o su PC.

Se siete frequentatori assidui del blog saprete già che è una storia che mischia horror e Risorgimento, mostri e personaggi realmente esistiti.
Se già l’avete sbirciato sullo store saprete che ha già otto recensioni al suo attivo, e un buon punteggio di 4 stelline su un massimo di 5.
Ho recentemente scoperto di essere pure su Goodreads, chi l’avrebbe mai detto, e che anche lì non va malaccio. (grazie, recensori su Goodreads, manco sapevo dell’esistenza dei vostri pareri, ma fanno piacere 🙂 )

Buona lettura, quindi, e buon quasi Natale.