Podcast of the week – We Got This ep. 194


Niente ti fa iniziare bene la giornata come delle risate, giusto? Quindi, oggi tocca all’episodio 194 di We Got This with Mark and Hal.

Tre anni fa Mark (Gagliardi) e Hal (Lublin), due degli attori che hanno per anni dato voce (e corpo immaginario) a alcuni dei personaggi più amati di The Thrilling Adventure Hour, hanno dato vita al loro, di podcast, We Got This.

Cos’è We Got This?

Beh, nelle parole di Hal…

Since the dawn of humanity, one issue has gone unsettled. With the fate of the world in the balance, we’re here to settle, once and for all…

Dubbi. Dubbi amletici. Domande irrisolvibili che hanno attanagliato l’umanità per troppo tempo, e ci vuole qualcuno che risolva la questione. Qualcuno come Mark e Hal, che a ogni episodio affrontano una annosissima domanda.

E nell’episodio 194 i due decidono per il resto del mondo se sia meglio lanciare una moneta o fare a forbici-sasso-carta per risolvere un problema.

Buon divertimento, people of the world!

Annunci

Podcast of the week – Switchblade Sisters ep. 54


Nuova piccola rubrica, perché come dice qualche amico (e come mi dico da sola), sono la signora dei podcast. E da vera signora dei podcast ho deciso di infliggere consigliare episodi di podcast divertenti/interessanti/stimolanti anche al resto della blogosfera italiana.

Cominciamo con un podcast bello bello in modo assurdo e con uno dei suoi ultimi episodi, datato 15 del mese.

Switchblade Sisters è un podcast spettacoloso per tutta una serie di ragioni.

La prima è April Wolfe, la conduttrice, che è una critica cinematografica, ma non nel senso che se la spaccia usando paroloni, o che scrive libri soporiferi su film che ha visto solo perché ci è inciampata per caso in tv. April Wolfe è il tipo di critico che approfondisce, studia, cerca nuove informazioni, prende appunti, e in un’oretta di chiacchierata ti tira fuori qualsiasi cosa, da interviste con gli attori, alla relazione di lunga data tra un regista e il suo DP, a aneddoti di avvenimenti sul set, al fatto che l’attrice protagonista fino all’ultimo voleva mollare il film, al fatto che un regista ha fatto le cose in maniera opposta a come si fanno di solito per poter ottenere uno specifico effetto di immedesimazione.

La seconda ragione sono le ospiti di April. Donne. Donne di cinema e televisione. Attrici. Sceneggiatrici. Registe. Stand up comedians. Produttrici. Tutte persone che sanno che tipo di lavoro c’è dietro all’oggetto film/serie tv, e che amano cinema e televisione, che sono un piacere da ascoltare.

Terza ragione: ogni ospite discute del proprio film di genere preferito con April. Horror, fantascienza, azione, commedia folle, fantasy, nulla è vietato, tutto è permesso e amato, sviscerato, criticato senza remore anche mentre lo si ama.

Quarta ragione: April riesce sempre a trovare collegamenti tra il film prescelto e il lavoro passato/presente/passato prossimo delle sue ospiti, ed è meraviglioso come i flussi si intersechino e fondano splendidamente, sempre. E come non suoni mai come una cazzo di marchetta (perché se qualcuno facesse qualcosa del genere da noi, sarebbe una marchetta gigante cooptata in due puntate dai soliti noti, ci scommetto le palle che non ho).

In questo episodio numero 54, April discute di “The Mask” (sì, quello di Jim Carrey) con la comica, attrice e sceneggiatrice Emily Heller. È un ottimo episodio.

Buon ascolto, spero che anche voi, come me, non riuscirete più a vivere senza Switchblade Sisters!

Stranimondi 2018


I libri ce li ho.
I segnalibri ce li ho.
Il biglietto del treno ce l’ho.
Il contrabbando ce l’ho.

Direi che sono pronta quanto possibile per domani, anche detto “Marina va a Stranimondi”.

Ah, sì, se non si capisse dalla foto, Water Dreams ora è disponibile anche in cartaceo, per la folle cifra di 11.95 €.
Se lo volete in cartaceo, è lì che vi aspetta.
Oppure potrete venirlo a comprare da me a Stranimondi.
Sarò tutto (o quasi) sabato in zona stand Acheron, in quella che abbiamo affettuosamente ribattezzato la saletta della morte.

Quindi, nel caso, ci si vede domani.
Io avrò amici da vedere, libri da vendere, bancarelle da osservare, e una saletta della morte a cui sopravvivere.
Sarà una giornata campale!

Forever and ever, suck it, Domitian.

Citazione

Che personaggio disgustoso, il barone Vladimir Harkonnen. Ma sulla spezia aveva ragione. Nei giorni passati avrete visto in giro la patacca di MELANGE saltar fuori qua e là sulla rete. C’è una pagina Facebook. C’è un canale Instagram. C’è un profilo Twitter. C’è una serie di pinboard su Pinterest. E soprattutto c’è la pagina su […]

via Chi controlla la spezia controlla la galassia — strategie evolutive

Chi controlla la spezia controlla la galassia — strategie evolutive

Buon (quasi) compleanno, Artemisia


L’estate è arrivata, e con lei la calura opprimente che mi taglia le gambe alla voglia di accendere il pc e scrivere. (per fortuna ho Scrivener anche sul tablet, che così almeno alla parte del problema legata al pc posso rimediare!)

L’arrivo della calura estiva vuol dire anche un’altra cosa. Vuol dire anche che è in arrivo il compleanno di Artemisia.
Che lo so, son stronzate, ma è utile decidere quando sono nati i personaggi di una serie di libri, e la notte tra il 23 e il 24 giugno è quando cade il compleanno di Artemisia.

Ora, io la data avrei potuto sceglierla a caso, e all’inizio un po’ è stato così. Giugno, mi sono detta. Giugno è il mese giusto. Dopo la metà.
E poi sono inciampata sulla notte tra il 23 e il 24 giugno.
La notte di San Giovanni.
La notte in cui si festeggia il solstizio, ma anche la notte in cui, secondo la tradizione, le streghe si ritrovano per far baldoria.
La notte in cui c’è il sabba sul Monte Calvo.
La notte in cui ci si deve proteggere da tutte le cose infauste che si nascondono nel buio.

La notte giusta per Artemisia e la sua famiglia, insomma.

Per festeggiare la ricorrenza, visto che non posso fare granché d’altro, ho deciso che si va di piccola promozione gratuita.
Sweet Dreams sarà gratis per due giorni, dalle nove di mattina circa del 23 fino alle nove di mattina circa del 25, per un weekend di festeggiamento.
Buona lettura e, se già avete letto il libro, ricordatevi che c’è il seguito, Water Dreams.
E se già avete letto entrambi e vi sono piaciuti, passate parola con gli amici che possono essere interessati!

Buon weekend, e state attenti a quel che si aggira durante la notte di San Giovanni!