Podcast of the week – Battlestar Galacticast ep. 1


Il Battlestar Galacticast ha ufficialmente aperto i battenti questa settimana, e quindi oltre a averne parlato per Melange, ora devo parlarne anche qui, perché davvero, quest’episodio non può non essere il podcast of the week!
Di che stiamo parlando?

Di Tricia Helfer e Marc Bernardin.
Di un’attrice che a recitato per tutta la serie di Battlestar Galactica, che è nella prima e nell’ultima scena, praticamente abbraccia settanta-e-rotti episodi di fantascienza con la propria presenza. E di un giornalista/sceneggiatore/podcaster che all’epoca della prima messa in onda della serie ne faceva i recap per il giornale per cui lavorava, e che ama la serie abbestia.

Stiamo parlando di due protagonisti che si trovano per discutere di ciascun episodio, un’ora di chiacchiere, retroscena, ricordi, sguardi nuovi.
Marc riguarda gli episodi.
Tricia in alcuni casi li vede per la prima volta completi, montati e con gli effetti speciali al loro posto.

Ed è un’oretta di splendide chiacchiere.

Trovate qui il primo episodio, che riguarda la prima parte della mini-serie andata in onda 15 anni e qualche giorno fa. Il secondo episodio, con la seconda parte della mini-serie, arriverà a giorni.

Buon ascolto, buon divertimento, abbonatevi al podcast e abbiate fiducia.
Tricia e Marc hanno uno studio di registrazione portatile. Hanno svariati assi nella manica.
Soprattutto, hanno un piano.

Annunci

Podcast of the week – Julie Plec & Kevin Williamson @ The Writers Panel


Questa settimana la rubrica è dedicata a Lucia, la mamma del blog Ilgiornodeglizombi.

Ed è una puntata de The Writers Panel. Che non è altro che un padrone di casa (lo sceneggiatore e scrittore Ben Blacker) che chiacchiera con sceneggiatori e scrittori di scrittura, televisione, scrittura per la televisione, industria del telefilm e del film.
Ho già nominato altre volte il Writers Panel, perché è uno dei podcast che più amo, e che meno mi fa sentire sola.
Nulla ti conforta come sapere che anche gente affermata ha momenti in cui le parole non vengono e tutto quello che scrivi sembra sterco fresco.

Questa è una puntata leggermente diversa dal solito, perché inizia con una chiacchierata telefonica tra Ben Blacker e Beth Broderick. Che poi è la zia Zelda del telefilm Sabrina – Vita da Strega ed è una donna dannatamente affascinante.

E poi, dopo aver parlato di streghe nella cultura pop, si passa a una chiacchierata con due sceneggiatori e showrunners, registrata durante il New York Comic Con del 2018.
I due sceneggiatori/showrunner sono Kevin Williamson e Julie Plec, e la chiacchierata è super interessante, sia per quanto riguarda la scrittura, sia per quanto riguarda certi meccanismi creativi, e come funzionano certi ingranaggi televisivi.

E come se non bastasse, la puntata ci regala una professione d’amore che mette sia Williamson che Plec molto in alto nella classifica dei professionisti da stimare a pacchi.

Kevin Williamson: They can really turn my crap into some really great stuff.
Julie Plec: They’re so undervalued, underpaid, underapreciated.
Kevin Williamson: ‘Cause they’re true storytellers, a good editor is a storyteller, it’s not a technical job, it’s an art, and I hate that they’re not held up to the place where they really should be. But I worship them.

Buon ascolto!

Podcast of the week – We Got This ep. 194


Niente ti fa iniziare bene la giornata come delle risate, giusto? Quindi, oggi tocca all’episodio 194 di We Got This with Mark and Hal.

Tre anni fa Mark (Gagliardi) e Hal (Lublin), due degli attori che hanno per anni dato voce (e corpo immaginario) a alcuni dei personaggi più amati di The Thrilling Adventure Hour, hanno dato vita al loro, di podcast, We Got This.

Cos’è We Got This?

Beh, nelle parole di Hal…

Since the dawn of humanity, one issue has gone unsettled. With the fate of the world in the balance, we’re here to settle, once and for all…

Dubbi. Dubbi amletici. Domande irrisolvibili che hanno attanagliato l’umanità per troppo tempo, e ci vuole qualcuno che risolva la questione. Qualcuno come Mark e Hal, che a ogni episodio affrontano una annosissima domanda.

E nell’episodio 194 i due decidono per il resto del mondo se sia meglio lanciare una moneta o fare a forbici-sasso-carta per risolvere un problema.

Buon divertimento, people of the world!

Podcast of the week – Switchblade Sisters ep. 54


Nuova piccola rubrica, perché come dice qualche amico (e come mi dico da sola), sono la signora dei podcast. E da vera signora dei podcast ho deciso di infliggere consigliare episodi di podcast divertenti/interessanti/stimolanti anche al resto della blogosfera italiana.

Cominciamo con un podcast bello bello in modo assurdo e con uno dei suoi ultimi episodi, datato 15 del mese.

Switchblade Sisters è un podcast spettacoloso per tutta una serie di ragioni.

La prima è April Wolfe, la conduttrice, che è una critica cinematografica, ma non nel senso che se la spaccia usando paroloni, o che scrive libri soporiferi su film che ha visto solo perché ci è inciampata per caso in tv. April Wolfe è il tipo di critico che approfondisce, studia, cerca nuove informazioni, prende appunti, e in un’oretta di chiacchierata ti tira fuori qualsiasi cosa, da interviste con gli attori, alla relazione di lunga data tra un regista e il suo DP, a aneddoti di avvenimenti sul set, al fatto che l’attrice protagonista fino all’ultimo voleva mollare il film, al fatto che un regista ha fatto le cose in maniera opposta a come si fanno di solito per poter ottenere uno specifico effetto di immedesimazione.

La seconda ragione sono le ospiti di April. Donne. Donne di cinema e televisione. Attrici. Sceneggiatrici. Registe. Stand up comedians. Produttrici. Tutte persone che sanno che tipo di lavoro c’è dietro all’oggetto film/serie tv, e che amano cinema e televisione, che sono un piacere da ascoltare.

Terza ragione: ogni ospite discute del proprio film di genere preferito con April. Horror, fantascienza, azione, commedia folle, fantasy, nulla è vietato, tutto è permesso e amato, sviscerato, criticato senza remore anche mentre lo si ama.

Quarta ragione: April riesce sempre a trovare collegamenti tra il film prescelto e il lavoro passato/presente/passato prossimo delle sue ospiti, ed è meraviglioso come i flussi si intersechino e fondano splendidamente, sempre. E come non suoni mai come una cazzo di marchetta (perché se qualcuno facesse qualcosa del genere da noi, sarebbe una marchetta gigante cooptata in due puntate dai soliti noti, ci scommetto le palle che non ho).

In questo episodio numero 54, April discute di “The Mask” (sì, quello di Jim Carrey) con la comica, attrice e sceneggiatrice Emily Heller. È un ottimo episodio.

Buon ascolto, spero che anche voi, come me, non riuscirete più a vivere senza Switchblade Sisters!