Sono in Amazon Prime Reading


Partiamo dall’inizio: a fine marzo mi è arrivata una mail da Amazon. Il tipo di mail che ti fa fermare, rileggere tre o quattro volte la cosa e poi andare a chiedere a Google di darti una mano a approfondire l’argomento.
L’oracolo Google mi ha aiutato a scoprire che la mail era genuina e che proposta assolutamente normale.
Amazon stava preparandosi a lanciare anche in Italia la sua sezione “Prime Reading”. Fondamentalmente, ciò significa che chi è membro di Amazon Prime ora ha a disposizione un catalogo di libri che può prendere in prestito gratuitamente. Non si possono avere più di 10 titoli in prestito nello stesso momento, e questa è solo una delle due restrizioni del servizio.
Qual è l’altra?
Che il catalogo di libri a disposizione per questo prestito gratuito è limitato.
E curato da Amazon, in teoria.

Niente autocandidature.
Niente possibilità di buttarcisi dentro.
Amazon ti scrive dicendoti quale tuo titolo vorrebbe far entrare nel catalogo, tu decidi se accettare o no.

Quindi, tornando alla mail di fine marzo, Amazon mi ha chiesto se potevo essere interessata a far entrare il mio Jimmy Loves Laura nel catalogo di Amazon Prime Reading.
Ho detto di sì.
Quindi, olè, da oggi Jimmy e Laura sono in quel calderone di libri e, se non avete mai voluto leggerli (perché, poi?) e siete membri di Prime, ora potete farlo senza spendere un centesimo.

Assieme a Jimmy e Laura potete trovare ogni genere di cosa.
No, davvero, vi basta andare qui e vedrete coi vostri occhi!
C’è il primo Harry Potter (che dove vuoi andare, senza Potter, eh?) e c’è Twilight (perché non ci libereremo mai di Tuailait).
C’è il saggio del Sommobuta su Dragonball e Antiqua Gens di Alessandro Girola.
Ci sono un saggio sull’affiliate marketing e un po’ di Lonely Planet in inglese, tra cui quella sul Giappone.
Ci sono un Pennac, un Saviano e un Camilleri.
Ci sono dei gialli dei Fratelli Frilli e c’è Ms. Marvel.
C’è di tutto e di più.
Quindi…

Buona lettura!
E ricordatevi, lasciate una recensione ai libri che prenderete in prestito: gli autori ve ne saranno grati!

Un commento su “Sono in Amazon Prime Reading

  1. Sono davvero contento di questa scelta da parte di Amazon, visto mai che qualcuno cominci a capire chi sta producendo materiale di qualità? La stessa cosa vale anche per Alessandro, ovviamente. 🙂
    BRAVA!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.