Un po’ di arte


 

Laura

Laura

Cose fighe dello scrivere:

  • ti fai dei gran viaggi mentali, immaginando le peggio cose, e poi devi riuscire a tradurle in parole nella maniera più efficace che ti venga. Non è sempre facile ma è molto molto divertente.
  • se vuoi pubblicare un ebook, deve avere una copertina, e se non vuoi sembrare un dilettante allo sbaraglio, dev’essere una copertina coi controcazzi, il che implica avere a che fare con gente di grande talento a cui chiedere di lavorare per te. I risultati sono sempre interessanti e arricchenti,
  • a volte, le immagini che hai nella testa e che hai tramutato in parole, ritornano a essere immagini grazie alle matite (o alla tavoletta grafica) di qualcuno, sia esso pagato o meno.
Lei secondo Silvia

“Lei” secondo Silvia

Così, per esempio, un tot dopo la loro uscita, Silvia (aka Kara Lafayette) ha ritratto la protagonista di Epidemic Egonomic e “Laura” da Jimmy Loves Laura. E io ho gongolato, come è solo giusto che sia, perché quando qualcuno si sbatte a disegnare quel che tu hai scritto è un gran bel segnale, sia per la tua capacità di rendere le immagini che hai in testa, sia per la tua capacità di colpire i lettori con quelle immagini.

Ecco, per Sweet Dreams, parto “avvantaggiata”.

Ho una copertina da urlissimo, come già detto opera del buon Luca “Cyberluke” Morandi, che le copertine le fa per lavoro, ed è questa robetta da nulla qui:

sweet-dreams

E poi ho due ritratti.
Il primo che mi sono fatta fare è questo qui:

artemisia_by_eeren-d9xqn0z

Bellissimo, vero?
È opera di Enrica “Eren” Angiolini, e rappresenta Artemisia, uno dei due punti di vista da cui è narrata la storia di Sweet Dreams.
Eren è bravissima e potete vedere i suoi lavori sulla sua pagina Deviantart, oppure sulla sua pagina ufficiale di Facebook. È una maga del disegno ma anche dei colori, e infatti in questo momento è impegnatissima a colorare il secondo numero di Will of Iron.

Il secondo disegno è ancora in lavorazione, oggi ne ho visto le matite e dato l’ok per passare all’inchiostro. (E lanciato serissimi urletti di gioia. E ballato per casa causa felicità perché Elisa Porgesse è brava brava in modo assurdo, e se non siete convinti, potete andare sul suo tumblr dedicato o sul suo sito, e ammirare quanto è brava).
Quello su cui sta lavorando è un ritratto dell’altro punto di vista della storia, la June che compare nella sinossi.

Quale sinossi?
Questa:

June Romano è una segretaria che desidera una vita qualunque. Stefano Maffon è un nuovo cliente dello studio legale per cui June lavora. Uscirci assieme non è una brutta idea, no?
Quando un incubo ricorrente inizia a infestare le notti di June, la ragazza scopre che la normalità della sua vita è finita e che, se spera di tornarvi, prima dovrà avere a che fare col mondo sovrannaturale che la circonda.
Sweet Dreams è il primo volume della serie urban fantasy Milano Onirica, una storia piena di magia, creature fantastiche e orrore.

Sweet Dreams è già disponibile in prevendita su Amazon, il che significa che se ora andate e cliccate “Preordina”, il 3 ottobre sarà nella vostra libreria virtuale, pronto da scaricare, e non un euro si muoverà dalla vostra carta fino a quel giorno.
Non so voi, ma io non vedo l’ora che sia il 3!

E pure che il secondo ritratto sia pronto, per potervelo mostrare!

Annunci

Un commento su “Un po’ di arte

  1. Pingback: Ebook – Sweet Dreams | Space of entropy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...