Una brevissima storia d’amore (?)


Nel weekend appena trascorso il mio fidato computer ha subito un intervento a case aperto che gli ha permesso di passare da “Che bello che è Windows XP!” a “Cacchio, ora posso addirittura far girare Windows 10!”
Un notevole passo avanti per il mio hardware, e la cosa è gradita, per non dire che saltello di gioia da come lavora bene in questo nuovo assetto.

Windows_10_Logo.svgQuindi è da sabato sera che sto mettendo a posto il pc, recuperando cose, settando impostazioni, scaricando giga di programmi (non chiedetevi quanto è grande Guild Wars 2 più espansione, non volete pensarci!) e studiando le millantate meraviglie di Windows 10.
Prima di dare l’ok all’intervento a case aperto, avevo letto e guardato la recensione di The Verge su Windows 10. “Dacci un occhio,” aveva detto il MPPDM, “così ti fai un’idea di quanto è bellino il nuovo sistema operativo e di cosa ti offre.”
Ne ero uscita con un atteggiamento non proprio convinto, perché metà delle cose non sapevo a cosa si riferissero, non avendo mai toccato Windows 7 nemmeno con una pertica da 6m, e l’altra metà mi faceva dire “E sticazzi ‘un ce lo metti?”

La cosa che mi aveva lasciata più perplessa era quanto l’autore della recensione avesse dichiarato amore/apprezzamento per Cortana.
Per chi si stesse chiedendo “Che diavolo è Cortana?”, la risposta è: Cortana è la Siri di winzozz.
E visto quanto io uso Siri sul mio iPad, il mio “E sticazzi ‘un ce lo metti?” è automatico.
Perché diciamocelo, se la rivolta delle macchine partirà, non sarà certo grazie a Siri, che, al comando “cercami immagini degli arcani maggiori”, risponde proponendoti una selezione dei più vicini cartomanti.

Ma qui non è Siri, è Cortana (e sticazzi!), di cui parliamo!
Cortana! (e sticazzi!)
Che è disponibile in X paesi tra cui l’Italia, ma, se vuoi attivarla sul tuo Windows 10, devi avere settati in maniera tra loro coerenti lingua del pc, lingua delle impostazioni vocali e Paese.
Facile, no?

No.

Perché modificare la lingua delle impostazioni vocali è da suicidio, se il tuo Windows è stato installato in una lingua diversa da quella che vorresti.
Perché da NESSUNA parte sulle guide di Windows 10 ti spiegano come farlo.
E quindi tu sei lì che pigi come un ossesso sul bottoncino “Inglese (Regno Unito)” nella speranza che si apra un menù a tendina, ma pippe.
E solo a furia di porci volanti e di schiacciare qualunque pulsante in qualunque menù delle impostazioni scopri che nella scelta della lingua base del computer (cosa facile) devi schiacciare anche Opzioni e scaricare il pacchetto riconoscimento vocale della lingua.
A quel punto sì, potrai allineare i tre parametri e attivare Cortana, fesso che non sei altro ad averci messo così tanto!

La Cortana di Halo. Abbigliamento discutibile, ma un fracco più simpatica.

La Cortana di Halo. Abbigliamento discutibile, ma un fracco più simpatica.

E Cortana ti dirà…
Cortana ti dirà che vuole sapere come chiamarti. Chiamami “Marina”, genio, è il nome del mio account, arrivarci da sola no, eh?
Bene, ora vorrebbe essere autorizzata a monitorare quel che fai e, basically, farsi un container di cazzi tuoi.
Mmmm… Ok, se lo dici tu, Cortana…
Perfetto, ora che può farsi un container di cazzi tuoi, Cortana vorrebbe sapere dove stai, abilita la posizione. Frega cazzi se è un pc fisso il cui IP dinamico talvolta ti posiziona a Bergamo, altre a Asti, altre in Valle d’Aosta, lei vuole sapere dove stai così da poterti dire il meteo (sticazzi) e consigliare ristoranti in zona (sticazzi due).
E una volta che ha saputo dove stai, Cortana vuole anche i dati del tuo account winzozz. Account winzozz che io non ho.
Eh… Peccato che niente account winzozz, niente Cortana.

Sai che, Cortana?
Per essere il nostro primo appuntamento, mi hai già sfrantecato le balle.
Facciamo che continuerò a fare a meno di te, così come continuo a fare a meno di Siri.

È stato bello finché è durato. Tipo… trenta secondi.
Forse meno.

Annunci

3 commenti su “Una brevissima storia d’amore (?)

  1. Con Cortana non ho mai avuto a che fare.
    Ma vogliamo parlare dei tempi in cui, utilizzando MSN, c’era la mitica DORETTA??
    Ai tempi avevo qualcosa come 14 anni e passavo le ore a scriverle, spesso insulti, per vedere le sue reazioni.

    Ora capisco perché nessuna ragazza mi filava a quei tempi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...