Non si deve assecondare la maggioranza


231px-Plato_Pio-Clemetino_Inv305[d] […] Se uno entra in relazione con codesta gente presentando o un’opera poetica o qualche prodotto artigiano o un progetto di pubblico interesse, e lascia, più di quanto sia necessario, che la maggioranza lo giudichi, viene a trovarsi nella cosiddetta necessità diomedea di fare ciò che piace alla massa. Ma che si tratti davvero di cose buone e belle, hai mai sentito qualcuno di loro darne una ragione che non sia ridicola?
[e] – No, e credo che non lo sentirò mai, rispose.

Platone, Repubblica, VI. 493 d-e
Trad. F. Sartori,
cit. in  M. Letizia Gualandi, L’Antichità Classica, p. 255

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...