R.I.P. Ubuntu One


 

 

English: The Ubuntu One logo. Español: El logo...

English: The Ubuntu One logo. (Photo credit: Wikipedia)

Era previsto da mesi e alla fine è accaduto: Ubuntu One, il sistema di cloud che io e altri abbiamo fino ad ora usato per mettere a disposizione ebook gratuiti, ha tirato le cuoia.
Server spenti, nuvola dispersa, giga e giga di file svaniti, come lacrime nella pioggia.

 

 

Che cosa vuol dire, tutto ciò?
Se non fosse palese, la morte programmata di Ubuntu One significa che d’ora in poi i link per gli ebook gratuiti presenti sul mio blog non funzioneranno più.

Non avete scaricato Epidemic Egonomic? Peggio per voi.
Non avete acchiappato al volo le tre avventure di Eleanore Whalton e colleghi? Peccato.

Ma… (sì, c’è un ma)

Non ho intenzione di tenere quegli ebook, ben quattro, a fare polvere virtuale nell’hard disk.
Anche perché…

Copertina Epidemic EgonomicDal 28 febbraio 2012 al 31 luglio 2014 Epidemi Egonomic è stato scaricato 1229 volte. Milleduecentoventinove. Cosa mi hanno portato, questi 1229 download? Una ventina di feedback.
That Bloody Smell è uscito a maggio 2012 e ha intascato 137 download (di cui 51 per il pdf). Cosa mi hanno portato, questi 137 download? Una decina-quindicina di feedback, circa.
One Second: 111 download (di cui 41 per il pdf), stesso numero spannometrico di feedback.
Un gioco da ragazzi: 138 download (di cui 48 solo per il pdf), una decina di feedback.

Ora, questione affezionati del pdf a parte… Non saranno numeri da capogiro, ma sono numeri che fanno piacere. Il numero dei feedback è patetico, ma è il problema con i download compulsivi: scarichi, metti nell’hard-disk/sul reader, e te ne dimentichi. (cosa che accade più di rado con gli ebook comprati, per quanto a prezzo ridotto, ma non divaghiamo, Marina…)

Tutto questo per dire che nei prossimi tempi lo scopo, oltre a finire di scrivere delle cose, è ri-formattare quelli, tra questi quattro ebook, che ne hanno bisogno e poi far uscire tutto a pagamento.

Sì. A pagamento.
Sono una viscida capitalista.
Che sulle varie migliaia di parole che ha scritto negli anni ci vuole guadagnare, magari pagarcisi anche qualcosa di più di una pizza a fine anno.
So sue me.

smashwords-logo-300x237Ri-formattare, mettere in vendita e allargare i canali.
Provare a avventurarmi nel territorio inesplorato (?) di Smashwords.

Diversificare, come consigliano anche quelli bravi.

Vedremo come va.

Nel frattempo, riposa in pace, Ubuntu One.

 

 

 

Advertisements

3 commenti su “R.I.P. Ubuntu One

  1. L’uniformita del numero dei feedback rispetto a diversi volumi di scarico per i diversi titoli mi fa ipotizzare che il feedback arrivi sempre dalle stesse persone.
    Il che supporta l’ipotesi. ci sono i lettori che danno feedback, ci sono lettori che piuttosto muoiono.
    Già ti hanno letta, che altro vuoi, anche che ti dicano brava?
    Trogloditi.

    • Sì, i feedback tendono arrivare da poche persone, più o meno le stesse, con qualche aggiunta qui e là che fa sì che i numeri si assomiglino abbastanza.
      (E provano la mia ipotesi che una volta che un ebook entra in un sito di distribuzione di massa gratuito come ebookgratis, su cui è presente solo EE, le cose vanno fuori scala: tantissimi download compulsivi, nessun feedback)

  2. Anche io sono un linux user. Prova con copy.com, il logo dell’origami mi ispira simpatia e offrono 15 GB di spazio gratuito. Hanno server loro e non in affitto, quindi dovrebbe essere più sicuro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...