Numenera, tra fantasy e fantascienza


NumeneraIo ho esperienza con una limitata gamma di giochi di ruolo, e pure con una limitata gamma di stili di gioco, nonostante quello che uno possa immaginarsi da qualche post goliardico che ho fatto nel tempo.

Nonostante questa mia ridotta esperienza, o forse proprio per questo, più spulcio il manuale base di Numenera, più ho la salivazione imbizzarrita e una gran voglia di provarlo, di vederlo in azione.

Finanziato con un Kickstarter di notevole successo (lode lode a Kickstarter), uscito ad agosto 2013 e partorito dalla mente di Monte Cook, Numenera è un gioco di ruolo in equilibrio sulla linea di demarcazione tra fantasy e fantascienza, in un certo senso basato sull’adagio di Sir Artur C. Clarke:

Any sufficiently advanced technology is indistinguishable from magic.

E allora, se una tecnologia sufficientemente avanzata è indistinguibile dalla magia, perché non ambientare un gioco di ruolo in quello che sembra un mondo fantasy ma che in realtà è la Terra tra 1 miliardo d’anni?

Civilizzazioni umane e non si sono susseguite, sono nate e morte e sono state dimenticate. Otto epoche si sono avvicendate, una più dimenticata e nebulosa dell’altra. Ora siamo alla nona, il Nono Mondo, e non ha nulla a che vedere con il 21° secolo.
Gli Otto Mondi hanno cambiato la Terra, il sistema solare, il Sole stesso.
Gli Otto Mondi sono stati dimenticati, certo, ma si sono lasciati dietro vestigia fantasmagoriche e terrificanti, una più misteriosa dell’altra, piccole come pillole che ridonano le energie spese in battaglia, o immense come una catena montuosa perfettamente geometrica, note col nome collettivo di “numenera”.
E sono i numenera ciò che rende impossibile dimenticare che qualcuno di incredibilmente avanzato ha camminato sul pianeta.

classesE sono i numenera a muovere le vite dei personaggi, giocanti e non.
Siano essi umani, mutanti o discendenti di razze aliene dimenticate sulla Terra, i PG non crescono grazie alle uccisioni in battaglia, ma grazie alle sfide che il Nono Mondo pone loro, grazie alle scoperte sul passato, grazie ai misteri nascosti dietro alla tempesta di nano-spiriti che trasforma una collina in un ammasso di carne sanguinante, o alla donna che dice di aver scongelato da un laboratorio un animale che chiama “cavallo”; all’obelisco fluttuante attorno a cui la gravità impazzisce, o all’affascinante fanciulla che ti seduce e dopo poche ore partorisce e accudisce amorevolmente un orrore tentacolato; ai macchinari grandi come montagne o al bosco viola i cui frutti ti trasformano in cose a metà tra un uomo e una pianta…
Avete capito il concetto, vero?

Landscape06Due le grosse, ben dichiarate fonti d’ispirazione per l’ambientazione: le illustrazioni di Moebius e i romanzi del ciclo “The Book of the New Sun” di Gene Wolfe. Un debito che si vede nelle splendide illustrazioni opera del gruppo di 9 artisti ufficiali (qui un assaggio delle illustrazioni), e che si sente in ogni pagina di ambientazione.

Ho appena iniziato a spulciare le regole, e anche se non sono la cosa più diretta dell’universo, visto che ci vuole un attimo per memorizzare la questione di Pool, Edge e Effort, e degli step di difficoltà da alzare e abbassare, si tratta comunque di regole piuttosto agili, pensate per adattarsi a ogni situazione, per non ingombrare troppo, una volta capito il principio base. Pensate per essere d’aiuto alla storia, al mood e alle idee alla base dell’avventura.
Niente pletora di tabelle con le difficoltà di questa o quella attività. Solo il buon senso del Master, un briciolo di matematica, e un tiro di dadi.

It’s the imagination engine – rather than the rules engine – that drives the whole game.

Monte Cook

E di immaginazione, nella sola ambientazione, ce n’è a secchiate. Davvero di che farmi venire l’acquolina in bocca!

Landscape07Ah, sì, direte voi, dove si recupera?
Beh, il Core Rulebook si compra via DriveThruRPG per 19.99 dollari croccanti, ed è un pdf a colori da 416 pagine con collegamenti ipertestuali interni ben funzionanti (e a tal proposito, lunga vita a chi ha pensato di usare i margini per le notarelle e i link: splendido!); 150 pagine circa tra ambientazione, creature e PNG; 5 avventure; e pure una (breve) bibliografia.

Anteprima del core rulebook

Anteprima del core rulebook

Oltre ad esso, sempre su DriveThruRPG si trovano la Player’s Guide (che è un distillato in 64 pagine del core rulebook, pensato per essere solo per il giocatore), due mazzi di carte e una raccolta di racconti, a cui si andrà ad aggiungere altro materiale appena pronto.

Annunci

4 commenti su “Numenera, tra fantasy e fantascienza

  1. Avevo visto il Kickstarter, ma ero – e rimango – un po’ freddo per la vastità dell’ambientazione.
    Poi chi voglio prendere in giro – me ne comprerò una copia appena possibile (Monte Cook è una garanzia, e la grafica è splendida), ma probabilmente non lo giocherò mai.

    • Non sono sicura di capire esattamente cosa ti raffreddi, perché a me l’idea di un’ambientazione così infiamma, invece di raffreddare, c’è spazio per talmente tante suggestioni e possibilità che… wow 🙂

      • Il mio problema è proprio che ce ne sono troppe – voglio leggerlo per poter giudicare, ma ho l’impressione che sia il genere di setting che sfugge da tutte le parti.
        È una mia paranoia, eh – spero davvero che sia gestito bene e che non succeda nulla del genere, ma d’altra parte era già successo con Ptolus, sempre di Cook, che sulla carta era fantastico, ma una volta messo sul tavolo era ingiocabile.

        • Ecco, ora capisco già di più. Sì, c’è forse quella possibilità, anche se non sono ancora arrivata ad approfondire a sufficienza da poter avere la certezza per il sì o per il no.
          Devo dire che se anche fosse un setting che sfugge da tutte le parti, è probabile che non mi dispiacerebbe, ho giocato molto spesso con la sensazione che ci fossero poche vie di fuga per non apprezzare un’ambientazione che sembra super-aperta 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...