Mugging the Muse, di Holly Lisle


Mugging-The-Muse-Cover1L’avevo iniziato secoli fa, sono andata avanti con calma e qualche giorno fa l’ho finito. E devo dire che, se il libro della Lisle potrebbe essere sbrigativamente classificato come un manuale di scrittura, in verità credo sia qualcosa di più.

Certo, ci sono esercizi di scrittura, consigli pratici e teorici su descrizione, trama, scena, personaggi, dialoghi e quant’altro. Ci sono esempi scritti apposta dall’autrice per dare un’idea di cosa fare (o non fare) e di come le cose possano funzionare.
Ci sono esempi tratti dai suoi romanzi, che fanno venire una gran voglia di saperne di più, in particolare la descrizione che fa da incipit a Hunting the Corrigan’s Blood (di cui non so assolutamente nulla, ma che mi verrebbe voglia di comprare solo per quell’incipit!).
Ci sono brevi workshop e spiegazioni.

Ma quello che lo rende davvero una gran bella lettura e un valido strumento è il fatto che l’autrice si svela, nello scrivere.

Attraverso le pagine, emergono sfaccettature del suo percorso da aspirante scrittrice a scrittrice pubblicata ma col terrore di perdere la “pubblicabilità”, a scrittrice che si auto-pubblica in formato digitale e che non si deve più preoccupare del fatto che i suoi libri finiscano al macero prima di aver venduto a sufficienza da garantirle dei diritti d’autore.

Ne esce l’ennesima storia di quanto il mondo delle case editrici vere non sia il prato di margherite che cercano di farci credere, ma anche di quante possibilità concrete ci siano oggi come oggi. Una storia di compromessi accettati che fanno male e di altri compromessi rifiutati; di rimpianti, perseveranza, gente a cui sputare negli occhi *, successi personali, ipotesi che si rivelano erronee. Nel miglior stile “imparate dai miei errori e dai miei successi”, la Lisle non ci risparmia nulla, nel bene e nel male.

Il tutto a inframmezzare la parte più “tecnica”, per una lettura scorrevole, divertente, senza peli sulla lingua, da una persona che, a pelle, mi piace un sacco e che non sale mai in cattedra con cattiveria, se non nel capitolo The Writer’s Toolbox, quando, con tutta la giusta fermezza dell’universo, dice…

If you cannot spell, if you don’t know how to punctuate a sentence, if you aren’t sure about grammar, if you don’t recognize the appropriate place to break paragraph or remember how to set off dialogue from narrative, then stop right here. You must know all these things so well that you don’t have to think about them when you write. **

Una gran bella lettura, davvero. Grazie a Davide che l’aveva consigliata tempo fa!

[Come accennato nel vecchio post, il libro si può comprare in formato mobi su Amazon.it, oppure in mobi/pdf/epub a 0.99$ sul sito dell’autrice, con tanto di link per scaricare le schede per fare gli esercizi.]

______________________________

* “And you’ll never have an editor tell you, as one of mine told me, that writers should all have real jobs so they don’t lose touch with the real world – and that she hoped I hadn’t quit mine. (I’d been writing full-time for about seven years at that point.)
Ovvero: “E non avrete mai un editor che vi dice, come fece uno dei miei, che tutti gli scrittori dovrebbero avere dei lavori veri così da non perdere il contatto col mondo reale – e che sperava che io non avessi lasciato il mio (Ero una scrittrice a tempo pieno da circa sette anni, in quel momento.)”

** tradotto alla carlona: “Se non sai scrivere le parole correttamente, se non sai come mettere la punteggiatura in una frase, se non sei sicuro riguardo la grammatica, se non riconosci il punto appropriato in cui interrompere un paragrafo o non ricordi come dar inizio a un dialogo da una sezione narrativa, allora fermati qui. Devi conoscere tutte queste cose così bene che non avrai bisogno di pensarci quando scrivi.”

Annunci

Un commento su “Mugging the Muse, di Holly Lisle

  1. Pingback: The widower in the sky | Space of entropy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...