Lotta alle stronzate in sei fasi


Considerate questo come un post a richiesta.
O forse no, non richiesto, ma necessario.

Domenica mattina nella coda di moderazione ho trovato questo commento:

…non e’ che sei un tantino omofobica? Sei troppo Italiana per seguire Lost Girl ! Pigliate Twilight e Statte zitta !

19 parole che mi provocano tanto fastidio, articolato in sei fasi.

Fase 1: il rifiuto. “Nello spam, per direttissima!”

Fase 2: la rabbia. “Ma come ti permetti di entrare nella mia casa virtuale, giudicarmi sulla base di un solo post e dirmi pure di starmene zitta? Cafonazza!”

Fase 3: la guerra. “Ti approvo il commento, ma ti trollo a morte, soprattutto visto che m’hai citato Tuailait a tradimento! Morte al vampiro glitteratoooooooooooooooo!”

Fase 4: il buonsenso. “Per quale contorta ragione il fatto che una singola storia d’amore lesbica non mi piace dovrebbe automaticamente implicare che io sia omofoba?”

Fase 5: il dubbio. “Non è che davvero ho scritto qualcosa che possa sembrare/suonare/essere omofobo?”

If-a-man-will-begin-with-certainties,-he-shall-end-in-doubts,-but-if-he-will-content-to-begin-with-doubts,-he-shall-end-in-certainties.Fase 6: la razionalità e la signorina Rottenmeier.
Anche detta: mo so’ cazzi vostri!
Ma per gli amici: Fuggite, sciocchi! (cit.)
E visto che la fase 6 ancora non è passata, ora sono davvero cazzi vostri.

La signorina RottenmeierDicevamo, la razionalità. La razionalità, dopo lunga riflessione, mi spinge a dire che no, non sono omofoba.
Nulla nell’idea di due donne o due uomini che si baciano, che fanno sesso, che si amano, riesce a infastidirmi. Nulla mi provoca ribrezzo, né vedo perché dovrei provarne.
Il semplice fatto che mi piacciano i maschi non implica che mi aspetti che il resto dell’umanità sia eterosessuale. Egocentrica sì, ma non così tanto.
Quel che vuole ogni altra donna o uomo della Terra, sessualmente e sentimentalmente, non è affar mio, se non nel caso in cui io provi attrazione nei confronti di qualcuno.
Se nella privacy della sua camera da letto a una persona piace fare sesso solo alla missionaria, sono solo stracazzi suoi. Non cazzi miei e neppure, in un mondo perfetto, dovrebbero essere cazzi di altre persone che non siano il/la/i/le suo/a/oi/e partner.
Tutto l’impicciarsi dell’altrui sessualità e sentimentalità mi dà fastidio. Come mi dà fastidio il fatto che “o sei con noi, o sei contro di noi”, quell’iper-correttismo per cui se non sei politically correct, allora puoi solo essere un razzista omofobo votato al male e alla distruzione di tutto ciò che c’è di buono nell’universo. La via di mezzo è impossibile. Quindi se dico che, per quel che ho visto fino ad ora, Lauren e Bo di Lost Girl non mi piacciono come coppia, qualcuno là fuori pensa davvero che sia solo ed esclusivamente perché sono un’omofoba. Sinceramente? State delirando, bei fioi!

Da qui in poi, c'è qualche spoiler. Pochi.Ma io v'ho avvisato.

Da qui in poi, c’è qualche spoiler. Pochi.
Ma io v’ho avvisato.

E allora guardiamo la questione da un altro punto di vista: la narrazione. (In questo periodo sto guardando tante cose con occhio analitico, per cercare di sviscerarne segreti e magagne e imparare da quel che mi piace: era logico che sarebbe toccato anche a Lost Girl)
Narrativamente, Lauren è un bel personaggio. * Ha un background tragico, una credibile zavorra (emotiva e non), la non invidiabile posizione di umana in una società che si ciba di umani, e l’essere considerata una “proprietà” che deve obbedire al proprio signore.
Ottime premesse per un personaggio ben fatto. Aggiungeteci che Lauren è goffa, che fin dall’inizio ha un’evidente attrazione fisica per Bo (merito dei poteri della succube e non solo) e che le due donne per metà della prima serie hanno un’amicizia combattuta, e diventa davvero splendido materiale su cui lavorare.
Su cui imbastire un momento risolutivo notevole: le due donne fanno l’amore, c’è passione bruciante, c’è coinvolgimento, c’è Bo che dice a Lauren “Nobody owns you!”, per la prima volta Bo riesce a nutrirsi di un umano senza ucciderlo, e…
E Lauren ha fatto tutto perché il suo padrone gliel’ha ordinato!
Assolutamente logico, da un punto di vista narrativo…

"Nobody owns you" my ass! =_=

“Nobody owns you” my ass! =_=

… e assolutamente devastante da quello emotivo.
Io coi personaggi di una storia, indipendentemente dal medium, devo empatizzare.
Come empatizzo per Etham Mars quando perde suo figlio, così mi stupisco con Rad Bradley che guarda le luci di New York, così sono in ansia con Aria Stark in fuga, così soffro con Bo nel momento in cui si rende conto che una persona di cui potrebbe davvero innamorarsi le si è concessa (pur con tanta passione) solo su ordine di una terza parte.
E se prima di quella scena avevo una simpatia media per Lauren, di cui trovavo tenera la goffaggine da topo di laboratorio, dopo ho perso quasi ogni connessione con lei.
Lauren rimane un personaggio scritto e costruito da dio, come Sansa o Eddard Stark, ma come non ho alcuna stima personale per i due Stark, così non ne ho più per Lauren.
Forse tra qualche puntata si redimerà ai miei occhi, ma non ci credo, perché io, l’ho già accennato nel post incriminato, sono una brutta persona: e con questo intendo che mi lego al dito certi torti, certe sofferenze inflittemi. Non sono vendicativa, ma there’s no way back.

Quindi no, non mi ritengo omofoba.
Non mi piace Lauren, ma per nessuna ragione diversa dal fatto che faccia una vera porcheria a una persona che si fida di lei. Se fosse stata un maschio, avrei detestato in egual maniera le sue azioni e detto che il dottor Laurent (?) non mi piaceva.
Certo, senza quel momento apprezzerei di più Lauren emotivamente, ma sarebbe un personaggio meno solido, meno sfaccettato, non portato alle sue ovvie conseguenze. Quindi onore al merito agli sceneggiatori per averlo confezionato così bene.

Alla fin fine, è sempre una questione di storia, di emozionare e emozionarsi, nel bene e nel male.
I pregiudizi sono solo l’ennesimo corollario indesiderato alla grande legge del “qualunque cosa tu crei, ci sarà qualcuno che non capirà un cazzo o capirà il contrario esatto”.
Dev’essere una legge di Murphy dell’arte…

______________________________________________

* Del background io fino ad ora ho visto poco, essendo arrivata solo all’inizio della seconda stagione, ma wikipedia mi ha già spoilerato (grazie mille!) sufficienti elementi per sapere chi e come tiene Lauren per le metaforiche palle.

Annunci

10 commenti su “Lotta alle stronzate in sei fasi

  1. Prima di tutto 92 minuti di applausi, così tanto perché fa sempre piacere veder certa gente maleducata e gonfia di ignoranza, attaccata dalla signorina Rottenmeier. E poi sì, su Lauren hai ragione: fa una bastardata melmosa alla povera Bo che, se non fosse che io mi affeziono ai personaggi così, andrebbe ammazzata seduta stante.

    • Il problema di questo personaggio è che funziona da Dio ed è veramente ben costruita, ma in maniera tale che me la rende ben poco simpatica. 😦
      Poi la gente capisce o pensa quel caspio che vuole e spara simpaticherie come fossero mortaretti 😛

  2. Lasciando perdere la serie TV e l’episodio specifico, lo spunto del commento è al confine del paranormale. Nel senso che mi ci vuole un medium per capire il ragionamento che ha fatto quella persona, ammesso e non concesso si possa parlare di ragionamento. In generale è un atteggiamento di rifiuto, una forma di intolleranza che davvero stride con chi evidentemente vuole mostrare di essere aperta a tematiche come i rapporti omosessuali. Mancanza di farmaci adatti?

    • Io non so neppure se quello che ho ricostruito io è davvero il “ragionamento” (se poi ce n’è davvero uno dietro!) fatto dalla commentatrice. Quello mi sembrava l’unico elemento che potesse dare appiglio, per quanto minimo, alla sua squinternata accusa.
      E sì, è davvero un modo di pensare assurdo e ipocrita… Che si sposa bene con il fatto che io da sempre sento molta ipocrisia nel concetto stesso di politically correct. Ma questa, come si suol dire, è un’altra storia.

  3. Guarda, io non ho visto la serie quindi posso parlare liberamente. E dico che un commento del genere è assurdo, insensato e poco razionale.
    Non si può giudicare da semplici parole e se anche lo si vuole fare andrebbe svolto in maniera più sottile, sapendo leggere fra le righe e trovando spunti per una discussione civile.
    Non sta bene quello che scrivi?
    Bene.
    Ottimo spunto per discuterne.
    Ma sparare a zero come se non esistessero altre scelte, no, non posso accettarlo.
    E tu avresti dovuto nuclearizzare.
    Tabula rasa!

    • Alla fine ho preferito trarne qualcosa di… positivo? Utile? Prendere il letame e provare a piantarci un seme, nella speranza che dia frutti interessanti.
      Se la signorina si ripresenterà a far caciara, finirà nello spam. Una minuscola possibilità si dà, poi si va davvero di tabula rasa 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...