10 cose in ordine sparso su Guild Wars 2


Riemergo dal weekend che si è appena concluso stanca, coi neuroni che fumano e tanta voglia di vedere i giorni volare per arrivare al 25 di agosto.
Come si diceva qualche tempo fa, quello appena concluso era l’ultimo dei Beta Weekend Events di Guild Wars 2, e io mi ci sono buttata a pesce. Un pesce molto felice e gongolante. 60 ore di apertura a tutti gli aventi diritto alla Beta, tutte e cinque le razze finalmente giocabili. Non si poteva non gongolare.
Soprattutto constatando che:

1) le professioni che ho provato sono quasi tutte una figata: il ranger è quella che mi ha fatto più pena, il povero compagno animale passa metà della sua vita a rischiare la morte, l’altra metà a aggirarsi con un lumicino di vita e sulla testolina il simbolo di “revive”. Non solo il compagno animale della mia ranger (cestinata dopo 15 minuti), ma anche quelli di metà dei ranger incontrati in tutte e 5 le capitali razziali, segno che qualcosa, nei pet, non va. Le altre professioni, invece… Il necromante ha sempre il suo perché; l’elementalista è più tricky e lungo da perfezionare del previsto, ma da soddisfazioni; l’ingegnere è pittoresco e sfizioso, ma non l’ho ancora approfondito a sufficiente; il guardiano ha potenziale per essere una gran figata, nelle zone in cui l’ho provato è stata una sicura soddisfazione; il ladro è uno spettacolo, punto.

La necomanzia ha sempre quel suo fascino…

2) dal punto di vista grafico, è una goduria per gli occhi che gli screenshot non riescono a rendere a pieno, anche se ci provano. Le città, in particolare, sono fantasmagoriche, una più dell’altra. Se le zone dei Norn e degli umani sono quelle più “normali”, sono anche le meno stancanti mentalmente da navigare: orientarsi nella città dei Sylvari è al limite del trip lisergico, ma anche un paradiso per gli occhi. E non parliamo delle volte che mi sono uccisa a Lion’s Arch perché ho sbagliato il salto da una passerella all’altra e mi sono schiantata 900 punti ferita più sotto… ^_^’

3) la storia degli eventi dinamici non è affatto male. Essendo un weekend Beta, alla fine di ognuno il sistema chiedeva cosa ne pensassi, e il 99% delle volte alla domanda “impatto sul mondo” non avrei saputo che rispondere: sarà che la gente era tanta, sarà che gli eventi erano quasi tutti a tema “impedisci qualcosa”, ma finiva che le cose rimanevano come erano prima. Unica eccezione, il commerciante che chiedeva aiuto per recuperare dei fiori puzzolenti con cui fare un falò per scacciare delle creature: fatto il falò e scacciate i talpoidi, ecco che è arrivata l’invasione delle melme tossiche, attratte dal tanfo ^_^’

4) l’artigianato è una figata. Dopo il primo momento di goffaggine, va tutto che è un piacere e poter indossare gli anelli che ti sei costruito “bullshitting the recipe on the fly” è bellissimo, soprattutto perché alla fin fine il sistema è intuitivo, una volta orientatisi quel minimo!

5) la storia, per quel che ho intravisto fino ad ora, non è affatto male. Ma avendo io passato il mio tempo a girovagare, fare favori alla gente e ammazzare mostri, ammetterò che la storia è stata un pensiero minore, sebbene alcuni personaggi siano davvero memorabili: vince su tutti Dinky, il più ciuoto della sua cucciolata, e si sente…

“He’s never been a good leader, but we made up for it. Like the way bacon makes up for broccoli. Now he’s got no bacon. I’d be mad, too”.
Quanta saggezza, Dinky…

6) sono super soddisfatta delle perfomance del mio pc, che ha retto senza eccessivi problemi lo stress implicito in un MMORPG. In totale il programma è crashato solo 4 volte, che per essere una Beta e per di più presa d’assalto, direi che non è male. Per di più, non è nemmeno crashato durante le mischie più selvagge, ma in momenti “tranquilli”, segno che non è il mio computer che non ce la fa, ma che qualcosa nella programmazione è da rifinire, e spero lo facciano nel mese che rimane.

E non era nemmeno una delle mischie più furibonde…

7) solo una volta mi sono sentita dire dal gioco che mi doveva mettere in coda causa sovraccarico del server, ed era nell’entrare per la prima volta in una delle due aree svelate giusto durante il week-end, ergo cosa più che comprensibile.

8) spero tanto che gli oggetti sotto la voce Style del Gem Store spariscano. Speranza vana, ma l’idea che uno si possa comprare degli occhiali da aviatore (ok, da indossare solo in città, ma comunque sono dei dannati occhiali da aviatore in un mondo fantasy!), mi fa più che schifo, sebbene possa capire e in parte apprezzare l’idea che c’è dietro.

9) salire di livello è piacevole e non diventa quasi mai una questione pressante. Magari becchi in chat gente che si lamenta di non essere mai riuscita ad arrivare oltre il 5° livello, ma viene il sospetto si tratti di foche monache, visto che durante la mia full immersion sono arrivata ad avere un personaggio di 11°, uno di 9°, uno di 6° e due di 5°. Non male per “sole” 24 ore circa di gioco… ^_^’

10) la gente è scema come sempre: ho incontrato un signor Cicciobello. O_o’

Io il Cicciobello me lo ricordavo meno peloso e più frignone, ma magari mi sbaglio…

Tutto questo per dirvi che se a fine agosto ci sarò anche meno del solito, beh, sapete perché! ^_^’

Annunci

Un commento su “10 cose in ordine sparso su Guild Wars 2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...