Perché mi piace San Valentino


Lo dirò senza mezze misure: è facile dire che San Valentino è una festa commerciale, creata solo per spillarci soldi e che pertanto sarebbe da schifare e gnegnegne. La verità è che mi piace ricevere regali, anche piccole cose, anche minchiate, e quindi San Valentino mi piace.

Altra candida ammissione: sono una materialista, per certe cose. Ci sono piccoli regali azzeccati fino al millimetro che dicono “Ti conosco, ti capisco, ti apprezzo, mi sbatto per cercarti la cosa adatta” in maniera molto più efficace di centomila promesse di eterno amore. Non è una regola perfetta, anzi: è solo come la vedo io. E aggiungo che quei regali super-azzeccati, ma a volte anche i regali meno azzeccati, sono più preziosi di carrettate di ricordi.

I ricordi mentono. I ricordi sbiadiscono, stingono, strinano, trascolorano i fatti in abissi di orrore o lande di puccettosità pelusciosa, mentre la verità è che certi momenti della vita non hanno picchi, solo calma monotonia. E allora ben venga un oggetto a ricordarti qualcosa, piuttosto di ricordi sfocati.

Meglio ancora se quell’oggetto è azzeccato alla grandissima, come il cofanetto della trilogia di The Transporter che ho appena ricevuto per San Valentino.

Annunci

Un commento su “Perché mi piace San Valentino

  1. Pingback: Hummingbird | Space of entropy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...