Riscrivere o non riscrivere, questo è il problema


Riscrivere. Ovvero 127.000 e rotte parole che a rileggerle mi metto le mani tra i capelli per gli errori, le ingenuità e le carenze tecniche, ma che vorrei, in qualche maniera, salvare.
Riscrivere. Ovvero non si nasce imparati e auto-correggersi è una rottura di palle e una gran fatica.
Riscrivere. Ovvero la lotta interiore per darsi regole e paletti ma riuscire anche a rispettarli, mentre quella stronza della Scrittura o quella girovaga della Musa non collaborano.
Riscrivere. Ovvero la percezione dello schifo incombente, che da poco ha anche una sigla (PDSI) e fa ancora più antipatia e ribrezzo.
Riscrivere.
Ma chi me lo fa fare? O_o

(Non Pigrus, questo è certo!)

Ma poi, alla fin fine, il vero grande problema è: ma il simpatico elegantone che ha commentato su “Le cinque stirpi” con chi ce l’aveva? O_O

Annunci

13 commenti su “Riscrivere o non riscrivere, questo è il problema

  1. Io riscrivo in continuazione. È raro che modifichi interi capitoli o che torni su alcune decisioni. Ma i dettagli… in pratica ogni volta che rileggo almeno una virgola la devo spostare. Non c'è verso… 😛

    P.S: ce l'aveva con te. Perché il tuo nick suona maschile… eheheh 😉

    P.P.S: stasera ho sfornato la Scena n. 8. Manca poco… 🙂

  2. PDSI… *_*
    Posso usarla anche io? Ovviamente, citandoti come madreH.
    La riscrittura per me è un dramma. Specie perché comincio a riscrivere prima di aver finito di scrivere. Così finisce che non scrivo più, ma riscrivo sempre la stessa manciata di pagine.
    Con l'ultima storia, però, sto resistendo. Eccheccacchio!…
    Be', comunque: buona riscrittura.
    (ma cos'è che riscrivi?)

    PS: Elgraeco ha ragione, quel fine commentatore anonimo ce l'aveva con te e dal nick ha dedotto che hai il ciondolino ^^

  3. L'editing è importantissimo ed è anche un esercizio. A furia di correggere i propri scritti si impara anche quali sono gli errori ricorrenti che si fanno e, con un po' di buona volontà si può anche imparare a evitarli nelle opere successive (riducendo così la sofferenza degli editing successivi).

    Forza e coraggio. Al lavoro. 127000 parole non sono tante. Io sto correggendo un romanzo che ne ha più di 300000!! ^_^

    Glauco

  4. @ Hell: anche io, a ogni rilettura, qualcosina cambio, anche questa sembra essere una qualche sindrome da scrittore o scribacchino 😛
    Scena 8? Ottimo, non vedo l'ora di leggere tutto! 🙂

    @ Yami: certo che puoi usare la PDSI, più gente se ne dichiara affetta e meglio mi sento! ^_^' Ma per essere del tutto corretti dovrai citare anche la paternità di Hell, se non ricordo male 😉
    Anche io ho il problema dell'eterna riscrittura della stessa manciata di pagine, ma sto provando a metterci un freno e a costringermi a proseguire con la scrittura, oltre alla riscrittura compulsiva 🙂 A volte funziona, altre proprio no 😦
    Nella fattispecie, sto riscrivendo 127.000 e rotte pagine di sgorbio fantasy. A guardarlo con obiettività fa acqua da tutte le parti. Credo che utilizzerò l'approcio "Extreme Makeover Home Edition": demolizione e ricostruzione, fondamenta comprese =_=' Beh, posso sempre prendere in prestito la betoniera dal cantiere di fronte a casa ^_^
    Vediamo cosa vien fuori.

    @ Glauco: grazie dell'incoraggiamento, e buon lavoro a te, 300.000 parole sono proprio taaaante! O_O Alla faccia dell'editing! 😉

    Bene, direi che il fine anonimo ce l'aveva con me. Ottimo ^_^'

  5. sto riscrivendo 127.000 e rotte pagine di sgorbio fantasy –> XD Credo ci sia stato un piccolo errore ^^
    Che genere di fantasy?

    Credo che utilizzerò l'approcio "Extreme Makeover Home Edition": demolizione e ricostruzione, fondamenta comprese

    Probabilmente toccherà anche a me. Anzi, quasi di certo. Con la storia che sto scrivendo sto andando un po'… come dire… "ad cazzum". Ho la trama in mente e per il resto, lascio fare ai personaggi. Il che va bene, ma alla fine dovrò sforbiciare almeno il 30% di quello che scriverò. Non sono capace di pianificare oltre un certo punto: stabilite due o tre cosette mi lancio. E spesso si vede ^^;

  6. @ Yami:
    Che genere di fantasy?
    eh, il problema è anche capire che cosa caspio sto scrivendo! T.T Va verso l'"high fantasy" o forse lo "sword and sorcery" ma solo a spanne, è ancora un mezzo casotto, o forse un casotto completo e inestricabile con qualche punto fermo e molta nebbia attorno.
    Vediamo se qualcosa si salva T.T

    Non sono capace di pianificare oltre un certo punto: stabilite due o tre cosette mi lancio
    Beh, io tendo a non riuscire neanche a chiarire a me stessa dove voglio andare a parare con la trama =_= Suona male? Lo so, e ci si sente anche peggio =_=' E che ultimamente sto cercando di rimediare, ma è una faticaccia improba! 😦

    lascio fare ai personaggi
    Come ti capisco! Mi è successo di nuovo giusto ieri sera ^_^' Litigioooooosi! Manco avessero volontà propria!

    Permesso di usare la PDSI accordato! (tra l'altro, quell'H dietro madre e padre che vuol dire? O_o Non mi è chiaro).

    @ Hell: Capitolo 9? Vai così! 🙂

  7. tra l'altro, quell'H dietro madre e padre che vuol dire? O_o Non mi è chiaro

    Serve a dare enfasi ^^
    Lascia perdere, è un automatismo che mi è rimasto dopo aver frequentato qualche annetto vari forum su fandom, fanfiction & Co. ^^

  8. Pingback: La vita mi trolla | Space of entropy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...