Bastardi in traduzione


C’è una scena di Bastardi senza gloria che mi è tornata in mente ieri, merito del passaggio in radio di una canzone (questa: e se non avete ancora visto il film, non superate il minuto 2:23, visto che il video spoilera un po’ tanto). David Bowie è la colonna sonora dei preparativi di Melanie Laurant (meravigliosa!) per la premiere cinematografica. Qualche minuto dopo arriva la scena meravigliosa, quella in cui Landa incontra Bridget von Hammersmark e i tre americani che si fingono italiani. È una bella scena, ben scritta e ben costruita. È anche una scena divertente.
Ora, versione italiana la trovate qui (tutta la scena è allo specchio, i sottotitoli per la parte in tedesco sono doppi). La versione originale, invece, la trovate qui.
Riassunto per i pigri:
Nella versione italiana, dopo le chiacchiere in tedesco sottotitolato di Landa e Bridget von Hammersmark, lei passa all’italiano per presentare i suoi tre amici siciliani: Enzo Gorlomi (attore), l’assistente personale Antonio Margheriti e il parrucchiere Domenico Decocco. Gorlomi-Raine (Pitt) saluta Landa con un bel “Baciamo le mani”. Il problema è che Landa sa l’italiano e in italiano dice di aver trascorso tante estati in Sicilia e che ovviamente i tre saranno accolti sotto la sua protezione per la durata del soggiorno. Segue imbarazzato silenzio, rotto infine da Enzo-Raine con un “Mizziga”. Landa chiede a Gorlomi se il suo è un cognome di Palermo (“Minchia, indovinò”), poi si fa ripetere tre volte il cognome (ogni volta pronunciato in maniera diversa). Passa a Margheriti-Donowitz-“l’Orso Ebreo” (un meraviglioso Ely Roth) e gli chiede da dove venga (varie ripetizioni con l’incitamento a fargli “ricordare il profumo della vostra terra”), quindi lo chiede a Decocco. Soddisfatto (e divertito come un bambino), Landa lascia allontanarsi i due “assistenti”, che salutano con altri eleganti “Baciamo le mani”.
La scena è carina, in italiano. Al cinema mi aveva anche fatto ridere.
Riassumiamo le differenze dall’originale, per i pigri:
1) la presentazione dei tre è in tedesco, perché dopotutto la Hammersmark sta presentando i tre a un tedesco: perché dovrebbe farlo in italiano? Sarebbe maleducato e senseless, soprattutto visto che lei ignora che Landa sappia l’italiano.
2) le identità fittizie sono parzialmente diverse: prima di tutto sono tre italiani (non siciliani, manco la Sicilia fosse di nuovo stato indipendente); Enzo Gorlomi, stando ai sottotitoli, è uno stuntman; Antonio Margheriti è un talentuoso cameraman; Dominick Decocco è l’assistente di Margheriti.
3) la Hammersmark, rispettando le regole base dell’etichetta, passa all’italiano solo quando introduce Landa a beneficio degli altri tre, non prima.
4) Quattro. Seriamente: Gorlomi-Raine saluta Landa con un accentatissimo, orrendo e masticato “Bongiorno”.
5) il discorso di benvenuto di Landa non è sulle sue estati in Italia, ma sul fatto che se sono amici di questa vedette, così amata e a ragione gioiello luminoso della cultura tedesca, lui non può che accoglierne gli amici sotto la propria protezione per la durata del soggiorno. Un discorso un po’ involuto, ma efficace e, soprattutto, verosimile da parte di Landa.
6) Enzo-Raine risponde al discorso di Landa con un “Grazi” (sì, proprio senza la “e” finale), niente più.
7) Landa gioca coi tre finti italiani non a “dimmi da dove vieni” ma “dimmi come si pronuncia il tuo nome”. Ed è molto più spassoso, sentire l’italiano massacrato da queste bocche americane.
8) Margheriti e Decocco si allontanano ripetendo “Arrivederci” a nastro.
Conclusione: ancora una volta, originale batte doppiaggio 8 a 3.
 La versione italiana la prima volta è carina, ma la seconda mostra tutti i propri difetti. I siciliani più stereotipati della macchietta comica… Okay, il problema era quello di creare una convenzione con lo spettatore e mantenerla fino in fondo. E se per tutto il resto del film l’italiano sostituisce l’inglese originale, cosa cazzo ti inventi quando devi sostituire l’italiano originale? Come far capire allo spettatore che questa volta l’italiano non sta al posto del parlato originale in inglese, ma al posto di quello… in italiano! O_o Problema complicato, ok. Ma che suona così ridicolo e insensata! O_O L’unica soluzione che hanno saputo trovare è trasformare i tre goffi finti italiani in tre ancor più goffi finti siciliani.
Quanto a Landa che si impunta sulla pronuncia dei nomi delle città… L’adattamento ci prova, con anche un certo impegno, a mantenere invariato lo spirito della scena, ma è una sufficienza molto scarsa.
E poi c’è la questione Landa. Adoro quel personaggio, è scritto da dio, viscido, bastardo, cinico e calcolatore, coi suoi gesti misurati e freddi. E adoro Christoph Waltz, che lo recita altrettanto da dio, dandogli corpo e voce, e accento, e quel sorriso da gatto che gioca prima di pranzo sempre stampato in faccia, che non si scompone mai se non sul finale, quando tutta la sua logica e pianificazione si scontra con l’indisciplinatezza e il caos… E sentirlo castrato così è una cosa orrenda.
 
Piccole note di colore che fanno sempre bene:
1) Enzo Gorlomi è il vero nome del regista Enzo Castellari, autore di alcuni film di cui Quentin Tarantino era grande fan. Nello specifico, è il regista di “Quel maledetto treno blindato”, uscito in America come “Inglorious Bastards”, che è stato d’ispirazione per il film di Tarantino
2) Nella scena incriminata, in versione inglese, al minuto 0:47 guardate tra Pitt e Ely Roth. C’è un vecchio generale in divisa di gala nera con fascia bianca (si vede poco, la fascia), pochi capelli bianchi, viso tondo ma non grasso, guanti bianchi, leggiucchia un opuscolo di presentazione nero mentre chiacchiera con un'altra persona. E’ Castellari stesso, chiamato da Tarantino per questo piccolo cameo-omaggio. Sul set, al primo ciack, quando Castellari ha sentito il nome Enzo Gorlomi è sobbalzato, perché nessuno lo aveva avvisato di questa citazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...