Film in arrivo


Febbraio sta finendo. E a febbraio dovevano uscire due film interessanti (almeno sulla carta): Burke & Hare e Kick-ass. Nelle sale del multisala non ce n’è ancora traccia.
Altri film interessanti in arrivo, in ordine cronologico di uscita (supposta):

A marzo (quando? Boh!) arriverà HOP. Di che parla? Di un tizio che investe e ferisce il coniglietto pasquale, mettendo in pericolo la festa. Il coniglietto è alto circa un metro e in un breve (e poco credibile) teaser suona la batteria su una canzone dei Blur. Certo, mi dovete spiegare come fa a suonare la grancassa, in alto com’è, ma sorvoliamo. Da uno a dieci interessante circa 5, si prospetta più per bambini che per adulti. Che poi, diciamocelo, carini i conigli, ma io preferisco mangiarli (in salmì se sono veri; semplicemente sbucciati se sono di cioccolato).

Il 25 marzo esce Sucker Punch. La trama è un po’ più psichedelica di quella di HOP (non che aver investito il coniglietto pasquale non sia psichedelico…): è il 1957 e una ragazza viene portata in una clinica psichiatrica per subire una lobotomia. Ha 5 giorni per fuggire, e lo farà usando le capacità apprese in vari mondi creati dalla sua fantasia. A dirla tutta, il film è un pout-purry: ragazze scosciate, armi da fuoco pesanti, la protagonista in divisa alla marinara, codini e katana, robottoni, draghi, aeroplani, trincee, mistici saggi coi loro mistici consigli. Forse ho dimenticato qualcosa, ma non troppo. Esteticamente è un piccolo paradiso visivo; la trama è, come detto, un po’ psichedelica (ma quasi credibile, viste le premesse); l’appeal del film è molto sul maschile (le ho già nominate le ragazze scosciate? No, perché le protegoniste sono 6 e, magicamente, una più scosciata dell’altra, e una più armata dell’altra).
Interesse: 8, ma con qualche perplessità, perché il regista è quello di 300 (tamarro e godibile), ma anche di Watchmen (tamarro ma pesaaaaante!) e di Il Regno di Ga’Hoole (per bambini ma con pistolotti morali!).

Il primo aprile, quasi volesse essere ulteriormente una presa in giro, esce Boris – Il film. Sì, tratto da quel Boris. E, stando a quel che sembra, anche con gli stessi attori. René Ferretti e tutto il suo codazzo di attori, sceneggiatori, collaboratori e assistenti passa dalla fiction al film. E chissà che ci aspetta.
Interesse: 6,5, perché dopotutto io di Boris (la serie) ho sentito parlare molto ma ho visto solo qualche piccolo spezzone su youtube; e poi c’è la questione del passaggio dalla tv al cinema. Riuscirà Boris a fare il salto e a rimanere qualitativamente alto come (dicono) sia ora? Boh!

Rango esce invece il 15 aprile. Film animato al computer, con un’interessante patina di polvere e arruffato. Il camaleonte Rango e la sua camicia hawaiana vanno alla scoperta del mondo, nella fattispecie finendo in una città del Far West; la goffaggine di Rango gli salva le chiappe in maniera abbastanza folle da spingere gli abitanti della cittadina a nominarlo sceriffo. E ovviamente lui accetta. Jonny Deep dà la voce al protagonista di un western comico e sconclusionato. Vedremo…
Interesse: 8, perché il camaleonte sceriffo col cinturone che gli cade mi mancava, nella speranza che la comicità del film non si riduca tutta alla goffaggine del protagonista.

Il 29 aprile dovrebbe invece arrivare Season of the Witch. Protagonista Nicholas “Ho una faccia sola, e pure il parrucchino orrendo” Cage, co-protagonista Ron “Hellboy” Perlman, nei panni di due cavalieri di ritorno dalle crociate che devono scortare la strega del titolo verso un monastero dove decideranno se la peste nera è colpa sua o no. Su imdb la media dei voti degli utenti è un poco incoraggiante 5,5 su 10, a sostegno della tesi che da un po’ di tempo Cage va incontro a una certa dose di flop. Lo è anche questo? Boh.
Interesse: dal 6 al 7, perché sa di tamarro, ma solo un po’, e la gioia di vedere Ron Perlman senza trucco non è sufficiente a compensare un altro giro di Cage monofaccia… Che poi: c’è forse un’epidemia di film a tema pestilenze+magia? No, perché nella galleria dei trailer in HD di imdb si può anche ammirare Sean “Boromir” Bean come protagonista di Black Death, in cui un reduce delle crociate (ma dai!) va in un villaggio per cercare di capire se gli abitanti siano immuni alla peste nera (ma dai!) per via di un patto col diavolo o altra stregoneria (urca!).
Lo stesso giorno ci attende anche Thor. Il possente (e bionderrimo) dio viene scagliato a calci in culo sulla terra da Odino che ha le palle un filo girate per una vaccata fatta dal martelluto ragazzo. Ovviamente a Thor tutto ciò non garba molto, ma almeno trova la gnocca (Nathalie Portman) da conquistare. Ritorna anche l’inviato dello Shield che in Iron Man cercava di avvicinare Tony Stark e che nel 2 gli faceva da balia finché non andava nel deserto del New Mexico per recuperare… beh, nient’altro che il martello, caduto a terra. Se non vi siete visti questo particolare nel film è perché siete usciti dalla sala prima della fine dei titoli di coda!  Shame on you!
Interesse: direi che nella lotta Thor VS Season of the Witch, il nordico, biondo, muscoloso e non parrucchinato dio vince sul templare per 9 a 6.

In un qualche momento della primavera (quale? non ci è dato saperlo!) uscirà anche Machete. Negli Usa è uscito solo il 3 settembre scorso, che vuoi che sia essere ancora in dubbio sulla data di uscita! Sfizia perché è Robert Rodriguez + Danny Trejo, ovvero un regista tamarro + un attore tamarro ma “vero”, con faccia e tatuaggi veri e carica folle vera. Preoccupa per le stesse ragioni.
Interesse: 7 e qualcosina.

A maggio (in un qualche giorno scelto a caso con un tiro del d30) giungerà anche Fast Five, ovvero Vin Diesel che torna a fare coppia con L’Insulso Biondino (dicono si chiami Paul Walker e non L’Insulso Biondino… se lo dicono loro…). A questo giro sono a Rio de Janeiro e tra le altre cose guidano per le vie della città trainando una enorme cassaforte che mandano opportunamente a sbattere contro le auto della polizia. Ad aggiungere raffinata eleganza al film, la presenza di Dwayne Johnson (ovvero il signor The Rock) nella parte di un agente federale intenzionato a catturare, con la sua squadra, Dominic Toretto e L’Insulso Biondino, al motto di “Don’t ever let them get in the cars”. Seh, ciao!
Interesse: 8, perché Vin Diesel è pur sempre Vin Diesel, e la tamarraggine è pur sempre tamarraggine e il solo trailer mette addosso una certa dose di adrenalina.

Il 13 di maggio è la volta di Hanna. Il trailer è un filino inquietante… La Hanna del titolo è una ragazzina di 16 anni, addestrata dal padre (Eric Bana, che come sempre prenderei a calci per la faccia di pirla che ha), ex agente CIA, per essere un’assassina perfetta. Il tranquillo trailer la mostra tra le altre cose farsi catturare, chiedere di parlare con un’agente specifica (Cate Blanchet), incontrarne il rimpiazzo, mettersi a piangere, farsi abbracciare e consolare dall’agente, ammazzarla come un cane, scappare dalla prigionia.
Interesse: 7, perché quel poco che ho visto sembra interessante ma non si capisce esattamente dove la storia voglia andare a parare (e l’inglese molto accentato non aiuta per un cavolo la comprensione). Si aspettano maggiori notizie.

Sempre il 13 maggio e sempre per la questione delle cose alte un metro (vedi HOP), arriva Paul: è piccolo, grigio, col testone, con grossi occhi e soprattutto “foulmouthed” e “rude”. Se non si fosse capito, è un alieno, ma scordatevi ET e la sua coccolosità. Fuggito dall’Area 51, Paul fa un incidente d’auto (no, non viene investito, stava guidando) e viene soccorso da due “comic-book geek” (imdb docet) inglesi che accettano di aiutarlo a fuggire dall’FBI.
Interesse: 7,5, perché il trailer in originale strappa varie risate, ma il dubbio è che rimanga comicità di bassa lega legata al tema dell’alieno (invisibilità e anal probe, cose così…). Impagabile, comunque, la scena dell’uccellino morto.

Cinque giorni dopo è la volta dei Pirati dei Caraibi. Il sottotitolo originale (On stranger Tides) è diventato Oltre i confini del mare, perché da noi i sottotitoli originali evidentemente fanno male… Vien da dire “Ancora, sti pirati? Che caspio hanno da fare, ancora?” La risposta è: “Cercare la Fontana dell’eterna giovinezza”. A questo giro la quota-gnocca è occupata da Penelope Cruz (e sorella come controfigura), ex fiamma di Jack Sparrow.
Interesse: dal 7 all’8, perché anche se siamo al quarto film, Sparrow ha ancora un certo ascendente. Nella speranza che non continuino a allungare la minestra ancora molto…

L’8 giugnoè la volta di RED (Retired Extremely Dangerous). Tratto da un’omonima graphic novel, il film mostra una squadra di ex-agenti CIA che dalla pensione tornano in azione per salvarsi la pelle. Protagonisti eccellenti: Helen Mirren, Bruce Willis, John Malkovitch (il fuori di testa del gruppo), Morgan Freeman.
Interesse: 8, perché le premesse sono molto interessanti e il trailer spassoso. E poi Helen Mirren spia-assassina… fabulous!

Il 17 giugnoarriva invece Green Lantern. Che a me ispira e non ispira. Perché i film di supereroi hanno il loro fascino; perché Ryan Raynolds per me ha la faccia da prosciuttone e nient’altro; perché il costume da lanterna verde mi fa un certo qual schifo (mi sembra che abbiano preso Raynolds, lo abbiamo riempito di steroidi, poi lo abbiano scuoiato e infine dipinto di verde); perché il trailer ha momenti esilaranti e altri non molto.
Interesse: 7 e qualcosina. Vediamo come si evolve la cosa, ci sono quasi quattro mesi per capire se valga o meno la pena.

Il 5 agosto, infine, tocca a Cowboys & Aliens. Che mi ispira, viene da una graphic novel, sembra tamarro e tutto, ma il 5 agosto io sarò in montagna a rilassarmi e fancazzeggiare, quindi credo che il signor Craig e il signor Ford dovranno fare senza di me. O magari il multi sala sarà a corto di uscite e lo “terrà da parte” fino al mio ritorno.
Interesse: 8, perché il trailer è grandioso e intriga al punto giusto, senza svelare troppo; e perché per una volta Craig mi suona bene nella parte perché per me ha la faccia da bastardo, non da James Bond!

Note per sentirsi in un paese del terzo mondo: Amazon uk vende già il dvd di RED a 9.99£ (qui); Kick-ass lo trovate a 5.99£ (qui) ma su Amazon.com per 14.99$ c’è questa strafica versione tre dischi (con Blu ray-dvd-digital copy), che costa meno del dvd singolo (amazing!).

Edit dell’8 marzo: Kick-ass finalmente dovrebbe arrivare nelle sale italiane il primo d’aprile. Negli USA era uscito solo il 16 aprile 2010, con premiere il 12 marzo (date reperite qui). Ehi, di che mi lamento, non è neanche passato un anno dalla release!
Speriamo solo non lo rimandino ancora, o mi compro davvero il dvd all’estero!

Advertisements

2 commenti su “Film in arrivo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...