Survival Blog – Pilgrim


s320x240Stamattina la centrale idroelettrica ci ha svegliati con un segnale d'allarme: era in blocco. Che bel modo di iniziare una giornata.

Necessario intervento manuale sul posto. Si esce in tre. Gianni come autista, Luigi è il tecnico e sa come occuparsi di quel rimasuglio di pre-Gialla. Manca un terzo. Gli altri sono tutti occupati e quindi vado io, l'ultima ruota del carro, a fare la vedetta. Il cieco di Gerico come vedetta: spassoso e disperato.

Giro assurdo per evitare i punti di pericolo maggiore, paura a mille, lo stomaco trasformato in un grumo di dolore dall'ansia. Freddo fottuto anche oggi, nessun giallo in vista sulla pianura, nessun segno di razziatori o altri sopravvissuti.

Alla centrale piccola sorpresa disgustosa. Cadavere sulla grata di protezione. Una donna, seminuda, blu e marrone. Faccia mangiucchiata dai pesci, gambe da qualcos'altro. Lo sgrigliatore non ha migliorato la situazione.

Ho vomitato la colazione.

Mentre Luigi e Gianni cercavano di togliere la morta, un paio di gialli sono comparsi lungo il canale, da nord. Magri più di noi, più sporchi, quasi più disperati.

Gli spari della doppietta sono echeggiati per mezza provincia, fanculo, ma almeno i due sono schiattati.

Tolto il cadavere, la centrale è ripartita.

Ora siamo di nuovo in tana, al caldo, ma la domanda non mi lascia: e se il cadavere ce l'avessero messo i gialli?

[Colonna sonora: Pilgrim by Arch Enemy]

Annunci

3 commenti su “Survival Blog – Pilgrim

  1. Non sarebbe il primo riferimento di comportamenti "intelligenti" da parte di questi bastardi. Non ho il tempo per commentare a lungo. Poca energia. Tenete gli occhi aperti e non sottovalutateli. Mai.

    Saluti e buona fortuna!
    Gianluca Santini

    PS (Fuori personaggio): buona la scelta di uno stile secco e rapido. Dà l'idea del poco tempo che un sopravvissuto ha nel poter scrivere su un blog 😉

  2. Leggo in giro storie sempre più preoccupanti, ma il tempo e la corrente per connettersi e raccoglierle è poco. O forse non sapere è meglio, la beata ignoranza ti permette di dormire "sereno" la notte.

    Buona fortuna anche a te, resisti

    PS (Fuori personaggio): grazie per il commento, passerò dalle tue parti a breve. Devo ancora fare un sano giro di tutto il "blog ring" 🙂

  3. Pingback: 62 spunti per il delirio passato | Space of entropy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...