Come ti intorto il lettore…


Finalmente mi è arrivato il numero di gennaio di Speak Up (alla buon’ora!). Copertina dedicata ad Avatar, con titolone che recita “The Movie Event of the Decade: James Camerson’s 3D Msterpiece!”.
Leggo il giornale. Di Avatar si parla:

– a pagina 3, nella sezione “In questo numero…” (“[…] parliamo di Avatar, il filmone-evento di James Cameron, ma soprattutto del fenomeno 3D, la nuova dimensione del cinema.”);

– a pagina 5 nell’indice;

– alle pagine 6-7, all’interno di un articolo su Sigurney Weaver, che sarebbe “still lost in space, fighting aliens”. Ma dove? Non è sperduta e gli alieni non li combatte certo! Avatar, ammettiamolo, qui è una semplice scusa per scrivere dell’attrice, più che un argomento di interesse; a rendere la cosa più triste il fatto che l’unica informazione seria e interessante sul film è un “simpatico” spoiler sul personaggio della Weaver (e meno male che il film l’ho già visto, se no mi sarebbe partito l’embolo!);

– alle pagine 28-31, in un articolo intitolato “Avatar. 3D – The Ultimate Cinema Experience”, il film è solo una scusa per una dissertazione sui film in 3D e per un pistolotto sull’IMAX. Tutto quello che mi dicono su Avatar è come ci si deve sentire a guardare il film su uno schermo IMAX; che l’ha diretto Cameron (ma va? Me l’hai già strillato in copertina, lo sai?); che il pubblico della preview da 15 minuti su schermo IMAX era “blown away by the wonderland unfolding in front of them”; che il film è parte dell’ondata di film in 3D; che il film probabilmente diverrà il film più costoso mai realizzato.

Fine.

A corredare tutta questa vacuità, 8 immagini del film (contando la copertina; 9 considerando anche la piccola foto dell’occhio di Neytiri sopra al riquadro del Glossario).
Adoro queste delicate e sottili manipolazioni dell’informazione, fare una copertina che sfrutti la popolarità di un argomento per accalappiare il lettore senza poi scrivere realmente una sola parola decente e valida sullo stesso argomento! Delizioso! Sì, lo so, non si tratta di una rivista di cinema, ma la copertina è comunque una presa per il culo, punto e basta!

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...