In Flames, Trezzo, 19/11/09


Scroll down for the photos

Ieri la lunga attesa è terminata: finalmente il giorno del concerto degli In Flames al Live Club di Trezzo è arrivato!

Avevo deciso di partecipare al concorso su Twitter per vincere un Meet and Greet con il gruppo, più per provare che perché realmente sperassi di vincerlo. Con una certa sorpresa, alle due e mezza circa di ieri ho appreso di essere the winner!

Come ha detto il MPPDM, ho deciso che le emozioni e gli eventi della giornata erano troppo pochi e mancava ancora qualcosa, non bastava dover andare al mio primo concerto dei ragazzi di Goteborg.
Dopo un cambio di programmi in corsa e un brutale anticipare l’ora di partenza, ci siamo infilati in autostrada a divertirci col traffico di Milano.
C’è stato qualche problema con il Meet&Greet, che doveva avvenire prima dell’inizio del concerto ed è finito col passare alla fine per far sì che gli amanti della prima linea potessero effettivamente prendervi posto.
Il concerto è stato… beh, spettacolare è quasi riduttivo! Non c’era Jesper e la sua assenza forse si sentiva un po’, anche se Niclas Engelin ha fatto il suo dovere, ma per il resto credo che tutto fosse come doveva essere: gran bella musica (ma quello già si sapeva prima!), Anders on stage è simpatico nelle pause e scatenato durante le canzoni, Bjorn e Peter danno sempre delle gran soddisfazioni musicali;  Daniel era praticamente invisibile, e non solo perché in posizione arretrata, ma soprattutto per quella caspio di macchina del fumo che ha reso il palco invisibile in un paio di occasioni.

Avevo letto in giro commenti di gente non troppo convinta della scaletta che gli In Flames stanno portando in giro al momento: decisamente a me è piaciuta, le canzoni erano quasi tutte quelle che più amo dei ragazzi, mancava forse solo March To The Shore, ma posso accontentarmi visto che hanno fatto Alias, Come Clarity, Delight and Angers, Disconnected, Trigger, The Quiet Place, Only For The Weak, Clayman e Pinball Map. Per concludere, prima Take This Life e poi My Sweet Shadow, come io e il MPPDM speravamo!

Piccola nota di colore che renderà la serata unica anche per gli In Flames: Anders ha chiesto al pubblico se qualcuno sapeva il testo di Clayman, uno ha detto di sì, è salito sul palco, Anders gli ha dato il microfono e se ne è andato (sosta pipì? Dunno!), e quello, dopo essersi gasato tantissimo, ha perso l’intro, e la canzone è andata a vanti per circa metà del tempo solo strumentale. Per fortuna Anders è ritornato e ha finito la canzone. Il tizio che aveva fallito la prova di canto è sceso con un elegante coro di “Scemo! Scemo!” che probabilmente lo accompagnerà per la vita come parte del ricordo della sua più grande figura di merda! Spero per lui che fosse venuto al concerto da solo, perché se ci sono amici/conoscenti che lo hanno visto… beh, sputtanato a vita! ^_^ Povero lui!

Il Meet and Greet a fine concerto non è stato male, foto con la band subito stampata dal buon Neil del fan club e poi autografata dai ragazzi, quattro chiacchiere con loro e soprattutto un po’ di autografi!

Eravamo in 4, ad avere il M&G “speciale”: Riccardo, con la sua caviglia dolorante e il labirinto da far autografare (invidia quadrupla, per quel labirinto! ^_^); Luigi che ha vinto il M&G anche per una data in Inghilterra e ha speso 90 euro in maglie, sul posto; Giorgio (se non ricordo male il nome, ‘azz, la memoria di pastafrolla!) che era venuto dalla Sardegna per il suo 7° concerto degli IF e che non aveva portato nulla da farsi autografare perché tanto mancava Jesper e quindi avrebbe dovuto riportare tutto un’altra volta; e poi io, primo concerto degli In Flames, a chiedere un autografo su 7 libretti di cd, sul libretto del dvd, e con batti penna della chitarra del MPPDM da far autografare da Bjorn. Tra tutti, avevamo un po’ di cose, come ha detto Neil “get your shit signed!”… ^_^’

Che altro… Daniel mi ha quasi cazziata da quanta roba avevo da fargli firmare, scherzando ha detto che erano tutti i cd (no, solo una parte, ma mi attrezzerò per il prossimo concerto!); alla fine di queste due tournee (europea e Taste of Chaos) andranno in studio per registrare un nuovo album; a volte essere una donna serve (visto che ho vinto il contest su Twitter anche per aver chiesto di realizzare il sogno di una ragazza); dovrò tornare a vederli non solo per far firmare a Jesper tutto quel che ancora manca, ma anche perché Daniel non mi ha firmato A Sense of Purpose (troppe firme da fare!); i cazzoni sono diffusi anche tra i metallari e ne ho avuto conferma ieri sera, se mai ne avessi avuto bisogno (che so, la testa di cazzo che fumava nel locale, in piedi su un tavolino, lanciando bestemmioni per il semplice piacere di farlo…).
Direi che è tutto.
Ora non resta che spettare di riavere un programma decente per ridurre le dimensioni delle immagini e poi metterò anche le foto!

Edit:
Il Mago Più Potente Del Mondo mi ha fatto notare che non ho scritto nulla su quel mito del bassista dei Sybreed. Ha ragione, e la mancanza è notevole.
Con ordine: i Sybreed sono il gruppo di apertura del concerto di Trezzo e di alcuni altri concerti di questo tour europeo; sono svizzeri e quel che suonano non ho idea di come sia definibile. Male non era, mi è rimbombato con una certa prepotenza nella cassa toracica. Io e il MPPDM temevamo di doverci addormentare, invece l’energia c’era, anche se non ho capito una sola parola di quel che il cantante può aver cantato, da quanto urlava. Il loro piccolo concerto è stato “funestato” dalla tracolla del chitarrista che si è slacciata a metà del primo o secondo pezzo e da due piatti della batteria che hanno cercato di staccarsi ma sono stati convinti a stare al loro posto.
E veniamo al bassista: un energumeno piuttosto tatuato, con la testa rasata ad eccezione di una specie di lungo codino, che suonava con un’energia tale che ad un certo punto ha asciugato il basso da quanto sudore ci aveva già sparso, e la loro mezz’ora di concerto non era ancora finita! Esagitato per dire poco, grande presenza scenica, è indubbio!
A fargli concorrenza il magrissimo chitarrista che sembrava indemoniato (sarà per quello che gli si è slacciata la tracolla?) e il cantante, che sinceramente mi ha lasciata perplessa… Fasciato nei jeans iper-aderenti e nella T-shirt iper-stretta, non era esattamente magro e ho temuto più di una volta che, oltre a partirgli la vena mentre cantava e si agitava sul palco, gli sarebbe partita anche una cucitura!
Altro da dire sui Sybreed? No, carini, per dire qualcosa in più servirebbe un ascolto dei cd ma i soldi scarseggiano e anche la voglia, forse prima o poi sentirò se oltre a far tremare il proiettore del Live Club fanno anche della buona musica! ^_^

Advertisements

3 commenti su “In Flames, Trezzo, 19/11/09

  1.  Meno male che hai speso due parole per il bassista dei Sybreed, entrato di prepotenza nella cerchia dei miei idoli, assieme a Kerry King! ^_^
    Ok, ci sono anche persone più serie e posate… tipo gli In Flames! Dannazione: Invidia Sestupla per foto, autografi e per aver ciciarato pure con Biffen!!! 😀

    MPP(e invidioso)DM

  2. Biffen orma è uno dei miei miti: devo spedirti le nuove fotine che ho trovato, è sempre più grandioso, anche se il signor Niclas non scherza neppure lui, quanto a follia! 😉
    Il bassista era veramente notevole, non so perché mi era rimasto fuori dal post… troppi pensieri? ^_^’
    Al prossimo giro, ti metterai in pari con gli autografi e tutto il resto, o ci proverai, no? 😉 Tra l’altro a me mancano ancora delle foto e degli autografi, tu almeno quello di Jesper ce l’hai! T.T Inviiiiiiiidia!

  3. Pingback: In Flames – Alcatraz – 27 settembre 2011 | Space of entropy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...