Nobel e IgNobel


Come ogni anno, un po’ di giorni fa, sono stati assegnati i premi Nobel.
Il buon nonno Nobel, dopo essersi arricchito con la dinamite e dopo aver sognato un futuro migliore grazie anche alla sua invenzione, si accorse che a volte i sogni si trasformano in incubi e decise di fondare una fondazione per premiare e sovvenzionare, ogni anno, scienziati e non che avessero aiutato il mondo a diventare un luogo migliore.
Per contro, più di recente (1991) il signor Marc Abrahams dirigeva una rivista di humour scientifico (interviste folli a scienziati seri, che riuscivano a rispondere seriamente a domande bislacche) dal titolo Journal of irreproducible results (per i non anglofoni, la Rivista dei risultati irriproducibili); dalle risposte sensate nacque l’idea di una nuova rivista, Annals of improbabile research (Annali della ricerca improbabile) con il corollario di premio annuale IgNobel e di sito internet che raccoglie castronerie scientifiche perfettamente sensate.
La gente fa a gara, frigna e fa il muso se viene esclusa dalla premiazione per il Nobel, ma non è che gli esclusi dall’IgNobel gongolino, visto che ormai anche questo secondo premio è diventato una fonte di popolarità.
Trascuro le beghe dei Nobel per sorridere con gli IgNobel: perché è delizioso che il premio per l’ARCHEOLOGIA vada agli autori di uno studio che ha misurato quanto il corso della storia, o almeno il contenuto di uno scavo archeologico, possa essere scombussolato dal comportamento di un armadillo vivo!
Perché è meraviglioso che il premio per la CHIMICA vada a due gruppi di ricerca che hanno stabilito, rispettivamente, che la Coca Cola ha un’azione spermicida e che la Coca Cola non ha un’azione spermicida.
Perché è bellissimo sapere che nel 1998 il premio per la BIOLOGIA l’ha vinto un genio che ha scoperto come favorire la procreazione felice delle vongole: basta un po’ di Prozac.
Perché è scioccante scoprire (ECONOMIA) che “professional
lap dancers earn higher tips when they are ovulating” O.O
Perché è delirante scoprire che nel 1991 per la categoria PACE è stato premiato Edward Teller, “father of the hydrogen bomb and first champion of the Star Wars weapons system, for his lifelong efforts to change the meaning of peace as we know it. ” (padre della bomba all’idrogeno e primo campione del sistema d’armamento Star Wars, per gli sforzi di un’intera vita per cambiare il senso della parola pace per come la conosciamo oggi).
E perché è quasi rilassante scoprire che, per la biochimica, amore e disturbi ossessivo-compulsivi sono identici. Ora, la prossima volta che il partner vi accuserà di sembrare un po’ ossessivi, nella vostra gelosia o attaccamento o adorazione, avrete una ragione scientifica con cui tappargli la bocca.

Per chi voglia leggersi i vari vincitori dei vari anni, in inglese, vada qui
Annunci

4 commenti su “Nobel e IgNobel

  1. TI PREGO!!! Ho riso un sacco limitandomi a leggere solo i vincitori di quest’anno… Che cosa fantastica, grazie per avermi dato la possibilità di leggerla!!! xD

    Beh, mi ha colpito il premio per la letteratura… La ricerca che ha vinto è proprio utile!!!! LoL xD

  2. Lieta di esserti stata utile e di averti regalato un po’ di risate: fanno sempre bene alla vita e al morale!
    Comunque non sottovalutare il “fondamentale” premio per la letteratura! Hey, l’apostrofo è sacro! E, scherzi a parte, può essere utile per sapere se sei di fronte a fathers o father’s o addirittura a fathers’! Da questi punti di vista, l’italiano vince per semplicità! 🙂

  3. ….forse c’è qualcosa che non quadra… Che c’entra l’apostrofo (che, per carità, è più che sacro!)??? 😮
    Il premio alla letteratura a cui facevo riferimento io è:
    LITERATURE PRIZE. David Sims of Cass Business School. London, UK, for his lovingly written study “You Bastard: A Narrative Exploration of the Experience of Indignation within Organizations.”
    REFERENCE: “You Bastard: A Narrative Exploration of the Experience of Indignation within Organizations,” David Sims, Organization Studies, vol. 26, no. 11, 2005, pp. 1625-40.
    WHO ATTENDED THE CEREMONY: David Sims

    …mah… Mi lascia ancora perplessa! xD

  4. Sorry, sorry, colpa mia! Ho confuso quello di quest’anno (pittoresco, concordo pienamente!) con uno di qualche anno fa che aveva fondato una associazione per la protezione dell’apostrofo!
    Tranquilla, l’apostrofo quest’anno non c’entra! Sono solo io che ho i neuroni creativi 😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...