Ecocardiogramma


Oggi era il giorno del famoso ecocardiogramma. Anche questa volta servivano le vene, ma questa volta, a differenza della scorsa, le avevo portate!!! Inserimento merdosissimo cateterino al primo tentativo e niente chiusura della vena! In compenso, essendo l’ospedale-madre e non il distaccamento, l’infermiera ha usato un de-li-zio-so cerotto assassino invece di quello a nastro, così ora di togliermi cerotto e catetere mi ha fatto un dolore indicibile e mi ha fatto un indesiderato scrub all’interno del gomito. Ne è seguito un secondo ora di togliere il cerotto con la garza per tamponare il sangue. Decisamente preferisco il distaccamento, più “povero” di mezzi, più “antiquato” che usa il santo cerotto il rotolini che non è imbevuto di attack!
Stupidate a parte, l’esame ha confermato il buchino nel cuore, anche detto shunt dx-sx. Prima di dire altro, il dottore (gentile, professionale, tranquillizzante: quasi il dottore perfetto!) mi ha detto che… devo fare un altro esame! Evvai!
Questa volta sarà il turno di una risonanza alla testa.
La mia gioia aumenta al pensiero che le risonanze le fanno solo all’ospedale-madre, che si possono prenotare solo di persona (no telefono) e che pertanto dovrò perdere una mattinata per prenotarla.
Un’altra mezza giornata se ne andrà, poi, per andare a fare la risonanza stessa. Che gioia!
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...