La musica nella società e nella cultura…


“[…] la musica riesce a creare un universo di tempo virtuale che, come ha detto Gustav Mahler, può portare “in un altro mondo, in cui le cose non sono più soggette al tempo ed allo spazion”. I Balinesi parlano dell'”altra mente” come di uno stato dell’essere raggiungibile attraverso la danza e la musica. Essi si riferiscono agli stati in cui le persone diventano profondamente coscienti della vera natura del proprio essere, dell'”altro sé” che è in loro e negli altri e delle loro relazioni con il mondo che li circonda. La vecchiaia, il dolore, la morte, la sete, la fame ed altre sofferenze umane vengono allora sentite come eventi transitori. […] Il tempo virtuale della musica può aiutare a generare esperienze di questo tipo.” 

da: John Blacking, Com’è musicale l’uomo?, Le Sfere, LIM, Lucca.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...